Prato, 13 novembre 2017 - Nella notte tra sabato 11 e domenica 12 novembre c'è stata una maxirissa a Prato tra cinesi e nordafricani. Le persone coinvolte nella rissa sono una decina, sette quali, rintracciate, sono state poi denunciate. Sul posto sono intervenuti la polizia e i sanitari inviati dal 118 che hanno portato in ospedale due orientali, medicati poi per lesioni guaribili in 5 e 7 giorni.

Tutto è accaduto in via Roncioni, alla prima periferia della città. Alcuni dei protagonisti della rissa sarebbero stati armati con bastoni ricavati da rami. Due nordafricani, alla vista delle pattuglie di polizia chiamata per sedare la lite, si sono dati alla fuga in direzione sud riuscendo a far perdere le proprie tracce. Tutti gli altri invece sono stati bloccati e identificati. In base a quanto accertato dagli agenti la rissa sarebbe scoppiata a seguito di un banale litigio all'interno di un bar tra uno dei magrebini e uno dei cinesi, poi invitati a uscire dal locale. Una volta in strada sono stati raggiunti da altri cinesi e nordafricani. Per i sette identificati è scattata una denuncia di rissa aggravata in concorso.