Prato, 6 settembre 2017 - «Fra un anno il volto di via Roma sarà completamento cambiato, sicuramente in meglio. I pini, che andavano tagliati per evitare problemi di sicurezza causati dalle radici che in più punti hanno deformato il manto stradale e quello dei marciapiedi, saranno rimpiazzati da altri alberi». Sono le parole dell’assessore all’ambiente Filippo Alessi in relazione al taglio degli storici pini che, da sempre era abituato a vedere chi percorreva via Roma per andare da Poggio a Caiano a Prato o viceversa. Oggi il colpo d’occhio per chi si trova a passare da lì non è dei migliori. Quello che prima era un verde viale alberato sembra piuttosto una radura desolata complice anche la siccità di questi mesi. Tagliati gli alberi, circa una settantina su 100, ora restano da rimuovere i ceppi dei tronchi e le radici di quelli già abbattuti.

«Abbiamo predisposto la gara per l’affidamento del cantiere – continua Alessi – che realizzerà la nuova strada, i marciapiedi e la ciclabile e nello stesso tempo provvederà a rimuovere con le ruspe i resti dei tronchi dei pini e le radici. Sarà un lavoro coordinato con l’amministrazione comunale, soprattutto per effettuare, nel periodo giusto, la piantumazione delle nuove essenze, carpini, frassini o lecci, che sostituiranno i pini tagliati. I lavori dovrebbero partire entro un paio di mesi, saranno molto lunghi e dureranno almeno un anno. Per non creare troppi disagi ai residenti andranno avanti a stralci. In questo senso abbiamo lasciato alcuni pini ancora in piedi, dopo il supermercato Conad, per abbatterli successivamente quando i lavori nel tratto di strada precedente saranno ultimati».

La pista ciclabile è la novità più importante di quello che sarà il nuovo assetto viario che non potrà che migliorare la vita agli automobilisti costretti fino ad oggi a fare attenzione ai cittadini che tutti i giorni sfrecciano in via Roma in bici per recarsi a lavorare nella zona industriale di Tavola. «La pista – conclude Alessi – andrà dalla rotonda di via Paronese al distributore delle Fontanelle, con un percorso che si allungherà fino alle Cascine di Tavola lungo via Traversa del Crocifisso».

Monica Bianconi