Prato, 11 febbraio 2018 - Ennesima spaccata a Galciana. Dopo quella al negozio di parrucchiere «M Lab» di giovedì scorso, questa volta è toccato al bar pizzeria «Jonny» di via Andrea Costa all’angolo con via Matteo degli Organi. Nella notte fra venerdì e sabato i ladri, con un tombino, hanno sfondato la vetrata d’ingresso del bar, su via Costa, portando via l’intera cassa. Stesso modus operandi, appunto, della spaccata avvenuta nella notte fra giovedì e venerdì da «M Lab», in via Matteo degli Organi, dove un ladro, dopo aver sfondato la porta d’ingresso del negozio con un tombino, ha preso il fondo cassa ed è scappato.

Uno dei fratelli Yang mostra la vetrata spaccata del bar-pizzeria Attalmi

Sabato notte però, come testimoniano le immagini riprese dal sistema di videosorveglianza, i banditi erano in due, con cappello e volto coperto, e non si sono limitati a portare via i pochi spiccioli all’interno della cassa. I ladri, infatti, dopo aver sfondato la vetrata, lasciando il tombino sul marciapiedi, sono entrati nel bar e, prima di darsi entrambi alla fuga, uno di loro in maniera fulminea ha scavalcato il bancone, ha sradicato la cassa e l’ha passata al compagno. Il tutto in meno di un minuto. Il bar è gestito, da un paio di anni, da due giovani fratelli cinesi Marco e Luca Yang.

"Quando l’allarme è scattato – spiega Marco Yang – abbiamo ricevuto l’avviso sul cellulare. Ci siamo precipitati subito al locale ma abbiamo trovato solo il tombino e la vetrina sfondata. Dei ladri non c’era più traccia. E’ stato un colpo lampo come abbiamo poi visto dalle immagini delle telecamere".

Per i due titolari questo è il terzo furto in due anni. "Siamo molto amareggiati – precisa Yang - come si fa a lavorare così? Abbiamo installato le telecamere di videosorveglianza e l’allarme ma questi deterrenti non sono mai serviti a niente perché i ladri, anche le altre due volte, hanno agito in una frazione di secondo".

Il titolare del bar chiede maggior sicurezza e soprattutto maggiori controlli da parte delle forze dell’ordine. "La situazione a Galciana è allarmante – commenta Yang – i furti nei negozi e nelle auto sono all’ordine del giorno. Personalmente mi hanno spaccato il finestrino della macchina almeno quattro volte".

Ai fratelli Yang adesso non resta che mettere mano al portafogli per riparare i danni e cercare di rendere il locale a prova di ladro. "Nella cassa c’erano pochi spiccioli - spiega Yang – ma ricomprarla ci costerà circa 1500 euro. Dovremo inoltre riparare la vetrata e anche per questo ci serviranno almeno un migliaio di euro. A questo punto, per evitare altri furti di questo tipo, abbiamo deciso di installare le inferriate a tutte le vetrate del bar. Mi sono già informato e dovrò sborsare altri 2000 euro. Speriamo che possa servire a qualcosa".