Prato, 10 ottobre 2017 - La guardia di finanza di Prato ha sequestrato 700 imitazioni di bracciali contraffatti che riproducono modelli messi in commercio da una famosa casa di moda. I monili, molto apprezzati dai giovani acquirenti, ma falsi, erano venduti, riporta la stessa GdF, all'interno di Euroingro, uno dei complessi commerciali del Pratese. Per arrivare al sequestro c'è stata un'articolata attività investigativa anti-contraffazione che ha consentito di operare all'interno del complesso commerciale. I finanzieri hanno denunciato sei cinesi. In questa operazione è stato valido strumento investigativo l'applicativo Siac (Sistema Informativo Anti-Contraffazione), una piattaforma informatica in uso alla guardia di finanza, che ha consentito, ancora una volta, di valorizzare compiutamente «la circolarità informativa tecnica dei vari sistemi di falsificazione e imitazione dei prodotti alimentata costantemente sia dai vari attori istituzionali coinvolti a contrasto del 'mercato del falsò sia dai titolari delle privative industriali e intellettuali».