Prato, 20 aprile 2017 - Due cittadini marocchini, 32 e 26 anni, sono stati arrestati nei giorni scorsi, in esecuzione di misura di custodia cautelare, con l'accusa di essere gli autori di un'aggressione a scopo di rapina avvenuta la sera del 26 gennaio scorso alla stazione di Prato, vittima un ferroviere di 59 anni. Da quanto spiegato dalla polizia, i due avrebbero prima molestato il 59enne a bordo di un treno partito da Firenze Campo di Marte poi, una volta arrivato il convoglio a Prato, nel sottopasso della stazione, lo avrebbero colpito per strappargli una borsa che portava a tracolla e contenente un cellulare. Infine la fuga. Ai due marocchini, senza fissa dimora ma gravitanti a Prato, gli investigatori sono risaliti attraverso le immagini registrate dall'impianto di videosorveglianza installato sul treno con cui erano arrivati a Prato col ferroviere. Entrambi sono stati poi riconosciuti dal 59enne come i suoi aggressori.