Prato, 17 giugno 2017 - Saranno sette serate di shopping e appuntamenti per «rinfrescare» di novità il luglio pratese. Il format 2017 si differenzia dai giovedì di luglio nati proprio a Prato 20 anni fa: sono nuovi il nome, il logo e il ricco calendario di iniziative. Le aperture serali dei negozi del centro storico inizieranno martedì 4 luglio e si concluderanno giovedì 20. In sedici giorni succederà davvero di tutto. Dai laboratori per bambini agli spettacoli di piazza, dai concerti diffusi all’arte di strada fino alla Notte Rosa. La città sarà coinvolta in uno dei periodi più caldi per il commercio, coincidente con l’inizio dei saldi estivi, il prossimo 1° luglio. Fuori dal comune in tutti i sensi è anche il battage pubblicitario, già partito anche su Facebook, su cui l’organizzazione ha investito molto. La réclame dell’iniziativa riguarderà i quotidiani, le tv toscane ma anche i social network e le affissioni con locandine in tutta l’area metropolitana, con un lancio di informazioni senza precedenti che coinvolge anche le province di Firenze e Pistoia. L’obiettivo «manifesto» di Confcommercio, Confesercenti e dell’amministrazione comunale è quello di attirare a Prato clienti e visitatori anche da fuori città. Il preludio dell’iniziativa sta per arrivare con il Pizza Festival in piazza Duomo dal 29 giugno al 2 luglio con i maestri pizzaioli napoletani insieme a quelli pratesi.

Saranno poi il 4, 5, 6 luglio e poi l’11, 12, 13 ed infine il 20 i giorni interessati dal progetto; martedì, mercoledì e giovedì delle prime due settimane di luglio ed il terzo giovedì: più serate in un periodo più concentrato rispetto alla precedente formula.

«L’intento – come spiega Tiziano Tempestini, direttore di Confcommercio di Pistoia e Prato – è quello di rendere le imprese del commercio una vera attrattiva per il cuore della città, affiancando i pubblici esercizi che già da tempo svolgono un importante ruolo di richiamo. Infatti vorrei sottolineare la stretta collaborazione tra locali e negozi nell’organizzazione del programma delle varie serate. E questo importante lavoro di team c’è stato anche con Confeserecnti e con il Comune. Tutti insieme per la città e per le sue imprese. Fu Prato vent’anni fa ad inaugurare in Toscana la formula dell’apertura serale dei negozi a luglio, che è stata poi copiata da molti centri. Oggi si cambia format, e sono certo che le novità che stiamo per inaugurare faranno ‘scuola’ anche questa volta».

Luca Squillante di Confesercenti, presidente della categoria librai sottolinea: «Rappresento il settore ‘non food’ che finora è rimasto penalizzato, ma la possibilità di far parte di questo progetto ci ha convinto. Crediamo nella bontà di questa iniziativa». E grazie al Comune che ha seguito il progetto con l’assessorato alle attività produttive guidato dall’assessore Daniela Toccafondi ci saranno agevolazioni per quanto l’accesso al centro: il parcheggio del Serraglio avrà il costo simbolico di un euro per la sosta dalle 18 alle 1 e sarà attivato un servizio di bus navetta gratuito da piazzale Nenni a piazza San Domenico (punto critico e distante dalla movida che così sarà più frequentato e più sicuro anche di sera). «Abbiamo investito risorse e sostenuto il progetto – afferma l’assessore Toccafondi – ritenendo la proposta dei commercianti accattivante per i cittadini dell’intera area metropolitana e utile a perseguire l’obiettivo di una città vitale e capace di offrire una proposta commerciale ed enogastronomica di qualità».