Prato, 17 aprile 2017 - Torna al Cassero medievale di viale Piave l’appuntamento con “Piero Berti & Friends”: si parte con l’inaugurazione di sabato 22 aprile (alle 17), poi la mostra sarà visitabile fino al 7 maggio dal giovedì alla domenica con orario 16-20 a ingresso libero.

Per il terzo anno consecutivo il fotografo pratese Piero Berti riunisce in un percorso eterogeneo per stili e linguaggi le opere di amici di oggi e di ieri. Un omnibus dove si spazia da artisti “veri” - e quest’anno ci sono due sorprese - a semplici appassionati e perfino a debuttanti assoluti, che portano in mostra opere che vanno dalla fotografia alla pittura, dal disegno alla scultura e perfino agli aforismi. Scorrendo la lista dei partecipanti non possono che saltare subito agli occhi due nomi, oltre ovviamente a quello del “padrone di casa”, fotografo dalla sensibilità spiccata e dall’occhio insieme veloce e riflessivo: Piero Berti porta in mostra opere pittoriche nientemeno che di Leonetto Tintori, prestate direttamente da Vainella. Un elemento che impreziosisce la mostra del Cassero e che ricorda anche la conoscenza che ci fu tra Berti e Tintori. Il secondo nome da rilevare è quello di Claudio Calvani, fotografo italiano (toscano) tra i più premiati al mondo. Due perle che rendono questa mostra al Cassero davvero imperdibile.

Insieme a quelle di Berti, Tintori e Calvani, in mostra anche le realizzazioni di Antonella Nannicini, Daniela Pigolotti, Dario Bruni, Elisangelica Ceccarelli, Erminia Caiazzo, Federico Berti, Francesco Bolognini, Francesco Vieri, Gaetano Ravalli, Monia Alderighi, Renato Balletta, Silvia Lunghi, Vittorio Berruti.

Luca Boldrini