Pontedera (Pisa), 8 novembre 2017 - Brutto scivolone casalingo del Pontedera, che ha sprecato una buona opportunità per allontare ulteriormente le zone a rischio della classifica. Dove invece lo ha trascinato di nuovo il Cuneo, che con questi tre punti ha agganciato i granata in classifica.

Le tre reti di passivo sono comunque un gap eccessivo per la squadra di Maraia, apparsa sì meno brillante che nelle precedenti occasioni, ma che alla fine è stata piegata da tre soli tiri: quelli dei tre gol appunto. I piemontesi, al terzo successo esterno, sono scattati nel cuore della ripresa con un colpo di testa dell'indisturbato Gerbaudo.

A quel punto il Pontedera si è svegliato e prima del riposo ha avuto l'occasione per pareggiare, ma lo stesso Gerbaudo stavolta ha indossato i panni del difensore e ha salvato la sua porta.

Al rientro in campo i granata sono apparsi più pimpanti. Spinozzi si è visto ribattere di piede da Stancampiano un destro ravvicinato, ma quando a metà ripresa il sinistro di Zamparo ha infilato l'angolo, per il Pontedera è calato il sipario. Anche se prima del fischio c'è stata gloria per il tris in contropiede di Dell'Agnello.

PONTEDERA-CUNEO 0-3

PONTEDERA (3-5-2): Contini; Frare (36' st Paolini), Vettori (15' st Borri), Risaliti; Calcagni, Spinozzi (24' st Mastrilli), Caponi, Gargiulo (36' st Cassani), Corsinelli; Pinzauti, Pesenti. All. Maraia.

CUNEO (4-3-1-2): Stancampiano; Quitadamo, Conrotto, Boni, D'Ignazio; Rosso, Pellini (39' st D'Agostino), Gerbaudo (15' st Baschirotto); M. Cristini (7' st Secondo); Zamparo, Dell'Agnello (39' st Martino). All. Gardano.

ARBITRO: De Remigis di Teramo.

MARCATORI: pt 23' Gerbaudo; st 24' Zamparo, 37' Dell'Agnello

NOTE: spettatori 500 circa; ammoniti: Rosso, Boni, Corsinelli, Stancampiano, Martino, Borri; angoli 11-2