Arezzo 4 ottobre 2017 - Vince l'Arezzo che in tre giorni mette in cascina sei punti preziosi ed esce dalla crisi. Niente da fare per il Pontedera, che ci prova nel turno infrasettimanale ma non riesce a portar via punti dalla trasferta in terra aretina. E' l'Arezzo a dominare il match almeno per tre quarti, va in gol due volte e colpisce due traverse.

Incontenibile Moscardelli fino a quando ha benzina nel serbatoio, suo un legno di testa, suo soprattutto il grande gol su insistita azione personale che mette la partita in discesa. In precedenza anche Cenetti aveva colpito la traversa con un imperioso colpo di testa. Il raddoppio, strameritato, arriva in avvio di ripresa grazie a un calibrato pallonetto di testa in mischia dell'under Atila Varga.

In chiusura il gol del Pontedera di Pesenti arriva dopo una mischia in area. Una rete che non sposta il giudizio sul match. E pensare che l'Arezzo nel derby col Pontedera doveva fare a meno di quattro pedine importanti quali Cutolo, Muscat, Luciani e Ferrario. Ma i giovani in campo hanno ben meritato, a cominciare dall'autore del gol Varga. Apprezzabili, per impegno e quantità, le prestazioni di Talarico, Yebli e Di Nardo.