San Miniato, 29 settembre 2017 - I francesi di Credit Agricole hanno acquistato la Cassa di Risparmio di San Miniato, perfezionando anche l'acquisto delle Casse di Risparmio di Cesena e di Rimini. L'acqusizione avviene attraverso la controllata italiana Credit Agricole-Cariparma. L'accordo quadro con i tre istituti di credito e il Fondo interbancario di tutela dei depositi-Schema volontario che prevede l'acquisizione di una partecipazione del 95,3% a un prezzo complessivo di 130 milioni di euro. 

Un ruolo nell'operazione lo ha giocato Atlante 2, che gestirà la dismissione dei circa 3 miliardi lordi di crediti deteriorati delle tre banche. A differenza dei salvataggi di Mps, degli istituti veneti e delle good bank, questa operazione «avviene interamente fra soggetti privati», ha sottolineato Quaestio, che gestisce Atlante 2. Le casse di risparmio di Rimini, Cesena e San Miniato entreranno ufficialmente a far parte del gruppo francese entro la fine dell'anno, quando l'operazione avrà ottenuto i via libera delle autorità di vigilanza e della Commissione europea.

Credit Agricole ha garantito che verranno tutelati i risparmiatori, che verrà salvaguardata l'occupazione e che saranno valorizzate le banche. In cambio, il gruppo francese potrà contare su «un incremento delle quote di mercato in territori ad alto potenziale e limitrofi a quelli di radicamento storico di Credit Agricole Cariparma: la Romagna e la Toscana, con oltre 400 mila nuovi clienti».