Pontedera, 14 giugno 2017 - Per fare un fiore ci vuole la fantasia di artisti e commercianti. Confesercenti e comune di Pontedera hanno premiato ieri nella sala del consiglio di palazzo Stefanelli chi ha saputo mettersi in gioco per sviluppare su grandi tele a forma di fiori il tema dell’ecologia e del rispetto dell’ambiente. Una gara a colpi di pennello e creatività che ha colorato il centro di Pontedera per un intero fine settimana. Una giuria tecnica insieme a quella popolare ha decretato i vincitori secondo alcuni criteri, valutando il messaggio dell’opera, il significato e la tecnica usata. Per originalità sono stati premiati i piccoli artisti Marco Fabbioli e Giulio Salvetti che hanno decorato il fiore del negozio Matex, Anna Caico per le Idee di Sam e l’opera esposta dalla Pizzicheria dal Canto. Mentre i tre fiori ritenuti in assoluto i più belli sono stati quelli dipinti da Alessandra Zago per l’edicola sul Piazzone, quello della pizzeria Aurilio e al primo posto l’opera di Irene Sabella per il bar Baldini. Premiate anche le vetrine di Polette, Gina e Divo.

E poi per tutti attestati e foto ricordo. «Vedervi così in tanti oggi – ha aperto la premiazione la vicesindaco Angela Pirri – è motivo di grande soddisfazione. Le discussioni che spesso ci sono a Pontedera non rendono giustizia a questa città che per idee e servizi messi in campo può non essere seconda a nessuno. Ci serve solamente un po’ di consapevolezza in più e che i commercianti facciano rete». Ma adesso che ne sarà di questi fiori d’arte? «Accolgo e vi propongo un’idea che mi è stata suggerita da Fabrizio Lupi – continua la Pirri – e se facessimo una cena per mettere all’asta i fiori? Il ricavato andrebbe in beneficenza». Di unione e coesione ha parlato anche il presidente di Confesercenti Luca Sardelli «Ho visto grande partecipazione e bei lavori. Grazie a tutti quelli che hanno partecipato perché solo rimanendo coesi possiamo ottenere buoni risultati».

Sarah Esposito