Ponsacco, 11 novembre 2017 - «Ma chi ha pagato il carrozziere?», chiede il presidente del collegio del tribunale di Pisa Pietro Murano ad un testimone chiamato a deporre nel processo sui presunti incidenti fasulli con i danni gonfiati per ottenere più soldi dalle assicurazioni. E lui più volte ripete «non lo so»: si limitò a mettere in contatto il danneggiato con un amico poliziotto che poteva indirizzarlo ad una carrozzeria. «E dopo?», incalza ancora il giudice: «l’incidente avvenne nel mio distributore, la macchina fu danneggiata nel lavaggio automatico; dopo chiesi se era andato tutto bene. Del conto non so nulla». Eppure avrebbe dovuto saperlo visto che, quale titolare del macchinario che aveva fatto il danno, avrebbe anche dovuto pagare. Ma spiegazioni non ha saputo darne neanche l’operaio di una ditta di autotrasporti di Empoli che ha riferito che alla carrozzeria Quattro Stelle di Ponsacco – al centro della vicenda – dove venivano portato tutti i mezzi, fu portata anche la Mercedes del titolare per l’istallazione di un navigatore satellitare. «In carrozzeria per il navigatore?», chiede il giudice. La risposta è si: ma i motivi non arrivano. Si trascina da tempo questo processo approdato in aula nel luglio 2014 al termine di una lunga inchiesta che ha portato alla luce un giro di scontri veri, ingigantiti o costruiti a tavolino, con tanto di beneficiari finali fittizi dei danni frutto delle constatazione amichevoli. Una storia dove in scena c’è anche un’azienda empolese che avrebbe messo a disposizione i mezzi pesanti e i nomi degli autisti da far figurare come responsabili degli incidenti.

Ad alimentare il giro anche alcuni poliziotti della stradale, (uno ha abbandonato la divisa da tempo), un medico legale oltre ad automobilisti e passeggeri. Sostiene l’accusa il pubblico ministero Paola Rizzo. Gli imputati: Luciano Briatore, 49 anni; Maurizio Massimi, 49 anni; Marcello Masini, 67 anni; Daniele Biagetti, 43 anni; Simona Liberto, 44 anni; Leonardo Ambrogio, 39 anni; Mario Bellucci, 67 anni; Ihab Gergers Mikhaiel El Romani, 40 anni; Ivano Grassi, 45 anni; Federica Steri, 36 anni; Alina Irina Suba, 30 anni; Andrea Zampieri, 31 anni; Curzio Lenti, 84 anni; Gabriele Maltinti, 36 anni;Massimiliano Mazzuccati, 42 anni; Roberto Giuntini Orsini, 55 anni; Bruno Sabatini, 57 anni; Ingmar Santi, 39 anni. Parti civili le assicurazioni Unipol, Vittoria, Axa, Generali Italia, Alleanza Toro.