Castelfranco, 20 aprile 2017 - In questi giorni a Castelfranco si parla di un possibile rinvio del Palio dei barchini. Il motivo è che per il giorno del Palio, ovvero il 28 maggio, è previsto il referendum su voucher e appalti. In realtà, non ci sono ancora certezze sul referendum del 28 maggio a livello nazionale, mentre a livello locale le amministrazioni si stanno muovendo secondo le direttive: «Abbiamo ricevuto indicazioni dalla Prefettura – spiega il sindaco Gabriele Toti – per adesso stiamo predisponendo tutto come se il 28 fosse il giorno del referendum. Certo è che se il 28 ci sarà il referendum, non potremo in nessun modo correre il palio, anche soltanto per le forze da impiegare a livello amministrativo».

L’idea, per il momento, è quella di mantenere comunque tutto ciò che è collaterale, dunque tutti gli appuntamento che precedono la manifestazione. «Se il referendum del 28 maggio ci sarà – afferma il presidente del palio Paolo Nuti – sposteremo il palio, dunque la corsa e la sfilata della mattina, al 18 giugno. C’è incertezza: ogni giorno aspettiamo aggiornamenti». Nel frattempo le contrade si preparano all’iniziativa del 29 aprile, lo Spring Break Party. La festa è organizzata dalle 4 contrade e si svolgerà all’Orto di San Matteo dalle 22.30.