Castelfranco, 4 gennaio 2018 - Via libera dalla giunta al progetto definitivo dei lavori di ampliamento del cimitero comunale di Castelfranco. Ora sono in perfezionamento le fasi successive per l’assegnazione dei lavori di realizzazione del II lotto per una spesa complessiva di circa un milione e 100mila euro nel triennio 2017/2019. L’intervento complessivo prevede la costruzione di tutte le opere strutturali e la finitura per l’installazione di 480 loculi e 216 ossari, insieme alla posa in opera di un ascensore. Oltre a questo è prevista la realizzazione del campo di inumazione per 48 tombe, di sistemazioni esterne e di una recinzione perimetrale definitiva e delle opere a verde.

“Nel biennio 2016/2017 abbiamo lavorato molto per la riqualificazione dei cimiteri del nostro comune. Ora siamo arrivati alla fase di inizio dei lavori – ha commentato il vicesindaco Lida Merola - . Il progetto di recupero loculi previsto per il cimitero del capoluogo ha come principio base quello sintetizzato dalle tre erre: recupero, restauro, risparmio. Questo ci ha permesso di andare avanti con il grande intervento di realizzazione del secondo lotto, per il quale abbiamo indetto la gara che scadrà entro fine mese con l’aggiudicazione dei lavori”. L’inizio dei lavori e la stipula del contratto sono stimati entro fine maggio 2018 a conferma della volontà dell’Amministrazione Comunale di procedere in maniera spedita. Oltre agli interventi previsti per il cimitero del capoluogo, stanno per partire anche alcuni lavori nel cimitero di Orentano. È infatti in programma un risanamento delle colonne e la ristrutturazione della parte monumentale nel cosiddetto ‘cimitero vecchio’: sono stati assegnati i lavori alla ditta esecutrice.  In contemporanea verranno posizionati 40 nuovi ossari che permetteranno di eseguire il progetto di esumazione di alcune tombe a terra, tornate in possesso dell’amministrazione comunale attraverso il progetto di recupero avviato nei mesi scorsi. “Sia per Orentano che per Castelfranco, è prevista un’opera di restauro e rivalutazione delle parti monumentali dei cimiteri – ha spiegato Lida Merola – . Nella frazione sarà migliorato lo spazio dove sono inumati i caduti della 1° Guerra Mondiale. Un intervento significativo per restituire decoro a questo luogo e contribuire alla tutela della nostra memoria storica”