Volterra, 20 luglio 2016 - Una nuova occasione per condividere, con la gente, l’idea di un festival che, dopo trent’anni, continua a fondarsi su una ricerca culturale globale, omogenea ed inclusiva. E’ stato presentata a Palazzo dei Priori l’ultima edizione di Volterrateatro, in programma dal 25 al 31 luglio, di fronte al direttore artistico Armando Punzo, al sindaco Marco Buselli, ai nuovi partner Accademia dei Riuniti-Persio Flacco e associazione Vai Oltre!. Ed insieme a tanti, tanti artisti. La kermesse, che come ha ricordato il primo cittadino rappresenta il maggior investimento del Comune a livello culturale, sulla scia delle precedenti esperienze collettive, si pone nuovamente come un grande cantiere creativo: Punzo ha raccontato come il cuore pulsante della città ideale sarà proprio il teatro, luogo dell’anima nella sua configurazione concreta e visibile.  

E, quest’anno, il cuore pulsante della città ideale, grazie alla sinergia con l’Accademia dei Riuniti, sarà dunque il Persio Flacco, per la prima volta un teatro completamente trasfigurato dalla presenza di spettacoli, laboratori, mostre ed installazioni. Ad ogni ora e in ogni suo spazio. Un luogo sempre aperto, abitato da teatranti, musici, libri, poeti, spettatori e gente comune. Ed il festival proseguirà con l’affinità elettiva fra Carte Blanche e l’associazione studentesca «Vai Oltre!», che hanno innescato un felice sodalizio che ha condotto alla decisione di sperimentare un affiancamento straordinario, secondo un modello innovativo di start up gestionale. Insomma, non resta che attendere ancora pochi giorni per godersi il ricco programma prodotto dal festival.