Firenze, 28 gennaio 2018 - Nella notte il Pd ha pubblicato i nomi ufficiali dei candidati per le elezioni politiche del 4 marzo. Ci sono tanti big del governo candidati in Toscana e anche tanti esclusi eccellenti.

Se Prato sembrava in odore di burrasca in vista delle candidature Pd (sembrava che sarebbe stata Beatrice Lorenzin, ministro della Salute, a essere paracadutata sulla città laniera, invece sarà candidata a Modena), dopo la presentazione delle liste i malumori sembrano spostarsi su Pisa. Dove, tra i tanti che hanno dato per settimane la caccia al proprio posto in elenco, compare una figura che uno di quelle caselle l'ha rifiutata. Si tratta di Gina Giani, amministratore delegato di Toscana Aeroporti, società nata dalla fusione degli scali di Firenze e Pisa. Lei era stata indicata direttamente dal segretario, Matteo Renzi, come figura da inserire nel collegio uninominale di Pisa. Ha invece detto di no, forse anche in virtù dei mugugni sorti nel Pd pisano, area dove non è mai stata digerita fino in fondo la fusione con l'aeroporto di Firenze e la vendita dello scalo pisano a privati.

Sempre a Pisa, resta a mani vuote il sindaco Marco Filippeschi, originariamente presente nella lista della corrente del Ministro Orlando e poi assente al momento dell'ufficializzazione delle liste. Sempre a Pisa è rimasto fuori Federico Gelli, titolare della normativa di riforma sanitaria che porta il suo nome. Che, probabilmente, ha pagato il suo rifiuto a candidarsi a sindaco di Pisa.

TOSCANA: scarica il pdf con tutti i candidati (clicca qui)

UMBRIA: clicca qui per conoscere tutti i candidati del Pd in Umbria

LIGURIA: clicca qui per conoscere tutti i candidati del Pd in Liguria

La Toscana è comunque  terra per i big. Una serie di collegi considerati sicuri ha portato nella regione molti dei nomi più in vista del partito. Il segretario Matteo Renzi, su tutti, nell'uninominale del Senato a Firenze. Ma anche i ministri Valeria Fedeli (uninominale Senato Pisa), Roberta Pinotti (Toscana1), Pier Carlo Padoan (Uninominale Camera Siena), Luca Lotti (Uninominale Camera Empoli) e il vicepresidente del Senato, Rosa Maria Di Giorgi (Uninominale Camera Scandicci).

Oltre a loro, anche molti nomi in vista del partito o della coalizione, dal viceministro Riccardo Nencini a Roberto Giachetti (Uninominale Camera Sesto Fiorentino), fino ai sottosegretari Gabriele Toccafondi (Civica Lorenzin, Uninominale Camera Firenze Novoli), Benedetto Della Vedova (+Europa) e Cosimo Ferri, sottosegretario alla Giustizia.

Fino ad esponenti che, parlamentari uscenti o meno, sono considerati nomi pesanti, come Francesco Bonifazi (tesoriere del Pd), il sottosegretario allo sviluppo economico Antonello Giacomelli, Filippo Sensi (già portavoce di Renzi e Gentiloni alla presidenza del Consiglio).

IL RIEPILOGO  

CAMERA DEI DEPUTATI

COLLEGI UNINOMINALI

Firenze-Novoli-Peretola: Gabriele TOCCAFONDI

Firenze Scandicci: Rosa Maria DI GIORGI

Sesto Fiorentino: Roberto GIACHETTI

Empoli: Luca LOTTI

Prato: Benedetto DELLA VEDOVA

Pistoia. Edoardo FANUCCI

Arezzo: Marco DONATI

Massa: Cosimo FERRI

Lucca: Stefano BACCELLI

Pisa: Lucia CIAMPI

Poggibonsi: Susanna CENNI

Siena: Pier Carlo PADOAN

Livorno: Andrea ROMANO

Grosseto: Leonardo MARRAS

COLLEGI PLURINOMINALI CAMERA

Toscana 1 (Prato, Pistoia, Lucca, Massa): Marianna Madia, Antonello Giacomelli, Martina Nardi, Umberto Buratti.

Toscana 2 (Pisa, Livorno): Rosa Maria Di Giorgi, Stefano Ceccanti, Lucia Ciampi, Lorenzo Bacci.

Toscana 3 (Firenze, Mugello, Empoli): Laura Cantini, David Ermini, Rosa Maria Di Giorgi e Filippo Sensi.

Toscana 4 (Arezzo, Siena, Grosseto): Cosimo Ferri, Alessia Rotta, Luca Sani, Vittoria Doretti.

SENATO DELLA REPUBBLICA -

Collegi uninomimali

Firenze: Matteo RENZI

Sesto Fiorentino-Empoli-Mugello: Dario PARRINI

Prato-Pistoia: Caterina BINI

Arezzo-Siena: Riccardo NENCINI

Lucca-Massa Carrara: Andrea MARCUCCI

Pisa: Valeria FEDELI

Livorno-Grosseto: Silvia VELO

Collegi plurinominali

Toscana 1: Roberta Pinotti, Andrea Marcucci, Caterina Biti, Lorenzo Becattini.

Toscana 2: Francesco Bonifazi, Caterina Bini, Giuliano Da Empoli, Katia Faleppi. 

LA MAPPA DEI COLLEGI

In Toscana per la Camera ci sono quattro collegi plurinominali proporzionali con listino dove in tutto sarano eletti 24 deputati:  sette seggi per Prato, Pistoia (ma senza Quarrata), Lucca e Massa Carrara (collegio Toscana 1), cinque seggi per Livorno (ma senza Elba e Piombino) e Pisa, Pontedera, Poggibonsi ed altri comuni senesi (Toscana 2), ancora sette per Firenze, Sesto Fiorentino e Empoli con l'aggiunta di Quarrata, Loro Ciuffenna e Castelfranco Pian di Scò (Toscana 3), cinque per Arezzo, Siena e i comuni che restano della provincia, Grosseto con Piombino, Elba e tutto l'arcipelago (Toscana 4).

I collegi uninominali per la Camera sono: Firenze-Novoli-Peretola (collegio 1), Firenze-Scandicci (collegio 2), Sesto Fiorentino (collegio 3), Empoli (collegio 4), Prato (collegio 5), Pistoia (collegio 6), Arezzo (collegio 7), Massa (collegio 8), Lucca (collegio 9), Pisa (collegio 10), Poggibonsi (collegio 11), Siena (collegio 12), Livorno (collegio 13), Grosseto (collegio 14).

Per il Senato invece ai 7 eletti nei collegi uninominali se ne sommano 11 dai plurinominali proporzionali: sei nel collegio Toscana Senato 1 (Firenze-Prato-Pistoia-Lucca-Massa Carrara, ma dove ci sono anche Loro Ciuffenna e Castelfranco Pian di Scò) e cinque per il collegio Toscana 2 (Pisa-Livorno-Grosseto-Siena-Arezzo con l'aggiunta di Fucecchio, Gambassi e Montaione). I collegi uninominali per il Senato sono piuttosto frastagliati nei loro confini: sono consultabili in questa guida CLICCA QUI).