Pistoia, 16 giugno 2017 - Tutto pronto, non resta che cominciare. L’edizione 2017 del torneo dei rioni di Agliana prenderà il via domenica. L’attesa è praticamente finita e in città non si parla d’altro da diverso tempo ormai. Il programma domenicale prevede la consueta sfilata con partenza dalla piazza ex Bellucci alle 17.30 e dopo il corteo per le strade di Agliana si arriverà allo stadio Bellucci dove a dare il via alla contesa ci penseranno Mercato e Vacchereccia (ore 21.30). Il torneo è sviluppato su due triangolari: nel girone A ci sono Mercato, Vacchereccia e Spedalino mentre nel B troviamo Ferruccia, Niccolao, Ponte ai Tigli. Il quartier generale del torneo sarà lo stadio Bellucci dove lunedì 17 luglio si terrà la finalissima. Abbiamo approfittato dell’inizio del torneo per fare il punto con Luca Benesperi, presidente del Comitato organizzatore. “Mi aspetto una grande partecipazione di pubblico e un rinnovato entusiasmo – spiega - visto che quest'anno debutterà anche il torneo dei rioni junior. Questo oltre che portare gente allo stadio, spero, creerà i presupposti per una continuità nel rione: i giovani negli anni futuri saranno le colonne della squadra Senior. Una sorta di cantera rionale”. Che clima si respira ad Agliana? “Il clima è bellissimo, simile a quello dei primi anni – continua -. Tanta gente coinvolta e la dimostrazione è stata la serata della festa dei rioni con oltre mille persone in piazza con colori, musica, bandiere. Per quanto riguarda il regolamento, per i più piccoli stessa formula del torneo senior, con gli stessi abbinamenti. Soltanto non ci saranno i playoff ma subito finali dal sesto al primo posto e alla fine tutti saranno premiati”. La macchina del torneo dei rioni è in moto quasi tutto l’anno e solo questo lavoro di gruppo, portato avanti da infinita passione, può dare risultati importanti come quelli del torneo in questi anni. “Ringrazio i rioni e i loro rappresentanti senza il cui impegno tutto sarebbe impossibile – conclude Benesperi -. Così come l’assessore Massimo Vannuccini da cui sono distante politicamente ma unito da un rapporto di profonda stima e rispetto, che mi sopporta con tutte le mie richieste e lamentele, Andrea Magnotta e Alessandro innocenti che hanno organizzato il torneo junior, i miei collaboratori nel comitato (Stefano Melani, Simone Bartolini, Elena Ulivi, Martina Gheri) che silenziosamente portano avanti insieme a me l’organizzazione. E, dulcis in fundo, tutti i “gufi” che sperano che si smetta: loro sono lo stimolo più grande per andare avanti, continuare e migliorarci di anno in anno”.