Pistoia, 19 dicembre 2017 - Speriamo che questa sia la volta buona. Pistoia è stata costretta a tornare sul mercato per l'ennesima volta in questa stagione,  la The Flexx è vicina al suo quattordicesimo tesseramento e sono appena passate undici giornate di campionato, e la speranza è che questa volta fili tutto liscio. Yakhouba Diawara non ha certo bisogno di tante presentazioni, come del resto neppure Jamon Gordon, è chiaro che le uniche incognite sono legate all’età e alla condizione fisica. Una scelta rischiosa? Può darsi, ma anche l’unica o quasi percorribile.

“La scelta di Diawara – spiega il direttore generale biancorosso, Giulio Iozzelli – è dettata dal fatto di essere uno dei giocatori disponibili sul mercato con esperienza e che quindi si può inserire rapidamente nei meccanismi. E’ chiaro che da una parte c’è il lato positivo dato dal giocatore le cui doti non si scoprono adesso, dall’altra il timore dovuto all’età e alla condizione fisica che non va valutata nell’immediato, ma capire se può dare un contributo fin da subito e quando tempo occorrerà per averlo al meglio. E’ chiaro che se dovessimo decidere di tesserarlo e anche una volta raggiunto il top della condizione sarà un giocatore che andrà gestito, non potrà essere uno da 35 minuti a partita. Del resto anche Gordon era stato preso con questo intento, poi le vicissitudini hanno portato ad un utilizzo maggiore. Diciamo che una volta che McGee avrà ritrovato il ritmo partita e Laquintana sarà di nuovo a disposizione potremo permetterci di utilizzare Diawara in modo mirato”.

Chiaro, semplice e diretto. La società sta giustamente valutando se Diawara può essere o meno in grado di dare un contributo nel ricoprire un ruolo, quello di ala, che al momento non è del tutto coperto. E’ chiaro che se i tempi per rientrare in forma dovessero essere lunghi, Pistoia potrebbe anche decidere di guardarsi altrove anche se il mercato non offre molto perché ora non si può più aspettare altro tempo prima di dare un’identità definitiva alla squadra. “Esatto – afferma Iozzelli – non c’è un tempo indeterminato per risolvere le problematiche e c’è anche da muovere la classifica nelle prossime gare dal momento che ci aspetta un finale di girone d’andata decisamente difficile”. La salvezza quest’anno più che mai passerà dal PalaCarrara dove Pistoia dovrà non cedere il passo. “Sicuramente. La salvezza negli ultimi anni è sempre passata dalle gare casalinghe e quest’anno sarà ancora più importante vincere in casa, ma questo vale un po’ per tutte le squadre. Diciamo che per noi diventerà fondamentale”.