Pistoia, 2 febbraio 2018 - Si è chiuso da qualche settimana il 2017, un anno sicuramente interessante per quanto riguarda l’Atletica Cassa di Risparmio di Pistoia e della Lucchesia. Oltre alle conferme in pista sono arrivati anche altri importanti risultati come le finali dei campionati regionali per società e la vittoria della Coppa Toscana Cadetti e Ragazzi, vale a dire classe 2005 e 2006, nonostante la presenza di squadre di prestigio come Firenze Marathon piuttosto che Assi Livorno. A tracciare il bilancio e volgere immediatamente lo sguardo al 2018 già in corso è il direttore tecnico Michele Giacomini che ha chiuso il suo primo anno in questo ruolo in casa biancoverde. “Sono arrivati risultati molto interessanti con le categorie giovanili – spiega – ed è su questo che puntiamo forte per avere un vivaio più florido possibile nel giro di qualche anno. E’ da qui che si riparte per il 2018 perché siamo convinti di poter centrare obiettivi importanti con i Cadetti ed anche per le Cadette, anni 2003-2004: vincere è difficile, ma le finali sono alla nostra portata. In questo nuovo anno abbiamo deciso di fare un grosso investimento sulle scuole elementari e speriamo di poterci allargare anche ai ragazzi più grandi con il progetto “GiocAtletica” in collaborazione con la Fondazione Giorgio Tesi Onlus, che finanzia il progetto, ed il Comune di Pistoia che riguarda le classi terze, quarte e quinte: in ogni plesso facciamo dalle 4 alle 6 lezioni per far conoscere le varie specialità dell’atletica leggera ed il culmine ci sarà a maggio con una giornata di gioco presso il campo scuola”. Un’attività intensa e costante quella dell’Atletica Caripil sul territorio. “Stiamo migliorando la struttura tecnica – conclude Michele Giacomini – e da parte mia c’è sempre tanto entusiasmo in questa avventura che ho iniziato nel 2017 perché puoi tastare con mano la possibilità di crescere e di lavorare bene con i giovani. Adesso stiamo portando avanti la stagione del cross poi andremo verso i campionati italiani Indoor e ad aprile ripartirà la stagione all’aperto con la voglia di far bene e migliorarci giorno dopo giorno”.