Pistoia, 19 giugno 2017 - Doppio oro per l'Atletica Pistoia negli appuntamenti di inizio giugno: ad aggiudicarsi la medaglia più preziosa sono stati Paola Paolicchi e Alessandro Iacomino, rispettivamente nell'eptathlon SF45 ai Campionati italiani Prove Multiple e Staffette di Mantova e nei 1000 metri master al Golden Gala di Roma. Tre argenti e quattro bronzi completano il bottino complessivo nelle due competizioni. A Mantova la formazione blu-arancio si era presentata con due rappresentanti per le Prove Multiple, tre staffette femminili e altrettante maschili. Nelle prove individuali, Paola Paolicchi ha tenuto testa ad avversarie più giovani per le sette prove in programma chiudendo al primo posto di categoria. Daniele Burchietti nel decathlon SM45 ha conquistato la medaglia di bronzo. Nelle staffette, doppio argento (4x100 e 4x400) per il quartetto formato da Maria Cristina Gori, Veronica Bartolini, Vittoriana Gariboldi e Monica Landucci; bronzo per la staffetta svedese (quattro frazioni con distanze progressive da 100 a 400 metri) con Maria Cristina Gori, Veronica Bartolini, Paola Paolicchi e Monica Landucci. Un argento e due bronzi per le staffette maschili: secondo posto per la "svedese" formata da Daniele Burchietti, Roberto Barontini, Renzo Romano e Marcello Bianchi; terzo posto per la 4x100 (Carlo Canaccini, Renzo Romano, Roberto Barontini e Marcello Bianchi) nella categoria SM50 e per la 4x400 (Franco Natali, Marcello Bianchi, Renzo Romano e Alessandro Iacomino) nella categoria SM45. Ricca di soddisfazioni anche la spedizione pistoiese al Golden Gala di Roma. Nei 1000 metri il rappresentante pistoiese ha chiuso al primo posto la propria batteria qualificandosi con il terzo tempo assoluto (primo dei master) per la gara dell'Olimpico. In finale Iacomino ha messo tutti in riga chiudendo con un ottimo 2:41.09. Ottimo il risultato anche per la staffetta 4x100 SM50 formata da Franco Natali, Renzo Romano, Roberto Barontini e Marcello Bianchi, qualificati per la finale con il miglior punteggio: il quarto posto è da incorniciare perché ottenuto in 46.84, la miglior prestazione societaria di sempre.