Pistoia, 19 dicembre 2017 - Potere delle vittorie, che rendono tutto più sereno. Festa di Natale riuscitissima quindi per il Blu Volley Quarrata che, curiosità, se per festeggiare la storica promozione in B1 nazionale aveva optato per Firenze centro stavolta ha lasciato Pistoia e provincia per Villa Stanley, a Sesto Fiorentino. Come dire (o pensare sotto sotto?) “siamo sì pistoiesi, ma ci sentiamo innanzitutto portacolori toscani”. Reduci dal secondo successo consecutivo della prima squadra, che prende parte al campionato femminile di serie B1 con l’obiettivo di mantenere la categoria, i dirigenti quarratini hanno portato pallavoliste, tecnici e collaboratori di Under 12, 13, 14, 16 e 18, prima squadra e formazioni di Prima Divisione Territoriale nella bella location della provincia fiorentina. Da soli con gli sponsor senza rappresentanti dei mass media, ché la comunicazione è materia ardua, da capire e approfondire (e dire che è basilare in quest’epoca).

Noi, però, avevamo un infiltrato speciale, il fotografo che ha realizzato la fotogallery a corredo per cui non c’è sfuggito nulla, da perfetti segugi. Perché la società che ha riportato Pistoia in B1 nel volley, Quarrata appunto, merita questo e altro per importanza (spesso sconosciuta anche agli stessi addetti ai lavori mobilieri. Si torna lì, è un cane che si morde la coda: benedetta – o maledetta, a seconda dei casi – comunicazione!).

La festa è stata partecipata e sentita: vi ha preso parte pure il grande ex cestista Giacomo Gek Galanda, in qualità di rappresentante del progetto per lo sport Giorgio Tesi Junior, che tra l’altro supporta il settore giovanile quarratino. Il nostro ha tenuto un discorso, da mandare a memoria (ce lo auguriamo), sull’importanza dei vivai per i sodalizi sportivi italiani e pistoiesi in particolare e poi premiato, con un assegno da 150 euro, l’atleta mobiliera giovane contraddistintasi durante la scorsa stagione agonistica, 2016-2017, Sabrina Raneri, nata il 27 settembre 2002. Complimenti.

Poi l’attenzione si è spostata sulle giocatrici della prima squadra, ben guidate anche quest’anno da coach Davide Torracchi, un fedelissimo alla causa: ragazze che, dopo una partenza difficoltosa, da matricola… timorosa, stanno rialzando la testa, visto che occupano la quart’ultima, preziosissima (perché consentirebbe di conquistare la salvezza), piazza in coabitazione con la Timenet Empoli Pallavolo, a 10 punti, 5 lunghezze sopra alla zona retrocessione. Il che alla fine sarebbe uno stupendo risultato, visto che la passata estate, in sede di campagna di rafforzamento, i dirigenti sono stati parsimoniosi, hanno guardato più al portafoglio che alla grande occasione presentatasi loro. Una scelta, quella fatta dal presidente Stefano Ostento e dai suoi collaboratori, che parrebbe aver dato egualmente i suoi frutti. Basti pensare al rendimento sin qui tenuto nelle prime 10 partite di campionato, nonostante l’infortunio, il grave stop, occorso a Laura Filindassi, atleta brava e bella (o bella e brava, fate un po’ voi, gli aggettivi sono ugualmente meritati). Intanto Buon Natale a tutti, ché per vedere come andrà a finire c’è tempo (anche se siamo tutti curiosissimi).

Gianluca Barni