Bologna, 3 gennaio 2018 - Peccato. Sì peccato perché a Bologna contro la Virtus la The Flexx Pistoia ha fatto la sua partita, certo non è stata perfetta e ha commesso qualche errore di troppo, ma ha lottato fino alla fine uscendo a testa alta dal PalaDozza. Un passo in avanti rispetto alla gara contro Trento, ma che purtroppo non porta punti in classifica. La partenza è da far tremare i polsi per la The Flexx che sbaglia completamente l’approccio alla gara, sbanda in difesa e commette errori banali in attacco tanto da costringere Vincenzo Esposito a chiamare time out dopo appena 2 minuti di gioco.

Una mossa che si rivela utile soprattutto per chiarire le idee alla squadra che si presenta in campo con un piglio diverso e con in mente cosa fare.

Pistoia però inizia a giocare e con McGee e Della Rosa tiene botta Bologna. Nel secondo quarto la The Flexx esegue bene il piano partita e sempre con Della Rosa trova il primo vantaggio dall’inizio della partita (35-34). La sensazione è che Pistoia possa giocarsela, ma quello che non ti aspetti arriva a tre minuti dalla fine sul 38-38 quando i biancorossi si intestardiscono con il tiro da tre, che fino a quel momento aveva fatto la fortuna di Pistoia, regalando palloni alla Segafredo Bologna che piazza un break di 10-0 e chiude sopra per 48-38. Un parziale difficile da recuperare, ma non per la The Flexx che inizia il terzo periodo alla grande e con un contro break di 10-2 torna di nuovo nel match (50-48 dopo tre minuti).

La partita viaggia in perfetto equilibrio con i biancorossi che sono attenti in difesa e puntuali in attacco a trovare i varchi giusti per fare male agli avversari. Un equilibrio che si rompe solo nei minuti finali quando a 4’ dalla sirena il tabellone recitava 65-65. Qualche indecisione in fase di impostazione del gioco, alcune scelte non lucide in attacco consentono a Bologna di prendere un piccolo vantaggio di cinque- sei punti che la The Flexx non riesce a recuperare. Così Pistoia deve cominciare il nuovo anno con una sconfitta, anche se onorevole. Perché quella vista al PalaDozza è una squadra che poteva benissimo riuscire nel colpaccio.

E nel prossimo turno al PalaCarrara arriva l’Emporio Armani. Ci sarà bisogno di una grande prestazione.

Il tabellino:

Bologna 75-Pistoia 67

SEGAFREDO BOLOGNA: Gentile A. 4, Umeh 8, Baldi Rossi 2, Ndoja 6, Lafayette 3, Aradori 25, Gentile S.6, Lawson 9, Slaughter 12, Pajola n.e. All. Ramagli.

THE FLEXX PISTOIA: Della Rosa 6, McGee 16, Barbon 3, Mian, Gaspardo 8, Onuoha, Bond 2, Magro, Diawara 8, Moore 13, Ivanov 11. All. Esposito.

Arbitri: Martolini, Paglialunga, Nicolini.

Parziali: 25-20; 48-38; 57-55.

Note: tiri da due Bologna 19/30, Pistoia 14/33. Tiri da tre Bologna 8/27, Pistoia 11/35. Tiri liberi Bologna 13/16, Pistoia 6/7. Usciti per cinque falli: nessuno.