Pistoia, 16 marzo 2017 - Pistoia oggi è più golosa: sono arrivati in città Valerio Braschi, vincitore di Masterchef 6, e Rubina Rovini, concorrente della scorsa edizione, per iniziare il tour enogastronomico «Gusta Pistoia 17».La presentazione della serie di eventi si è svolta nel suggestivo scenario di Pistoia Sotterranea, ma i cuochi del talent sono pronti ad unirsi ai ristoratori locali per tre giorni di cucina e spettacolo.

Valerio Braschi, giovanissimo vincitore del talent, ha scoperto Pistoia in questa occasione: «La cucina toscana ha una forte territorialità, sai sempre da dove viene il prodotto che cucini Credo che sarà interessante mixare la tradizione locale con le influenze orientali che caratterizzano il mio modo di cucinare. Intanto, non vedo l’ora di assaggiare il peposo di cui ho tanto sentito parlare».

Nonostante la giovane età, Valerio può vantare anni di esperienza ai fornelli perché la sua passione per la cucina è nata quando era piccolissimo: «Già a 3 anni provavo, con risultati comici, a preparare da mangiare. A 15 anni potevo dire di farlo con serietà e maggiore cognizione di causa. Con Masterchef ho imparato tanto e mi si sono aperte molte porte, ora tocca a me sfruttare al meglio le opportunità, quindi credo di dovermi prendere del tempo per pensare».

Parlando del futuro del talentuoso cuoco, sembra però che i pistoiesi debbano aspettare a cantare vittoria per lo stage offerto a Valerio nel ristorante Atman a Lamporecchio. Infatti il vincitore del talent non si sbilancia sulle sue prospettive: «Quella di Igles Corelli, chef stellato dell’Atman, è una proposta molto lusinghiera, ma ne ho ricevute molte altre altrettanto interessanti, tra cui quella di Bruno Barbieri di continuare a imparare con lui. Non so ancora cosa farò, la decisione definitiva deve ancora essere presa. Di sicuro so che voglio continuare la mia formazione accanto ai grandi maestri, per poi aprire un posto mio, magri fuori dall’Italia».

Paolo Cavicchio, presidente del Consorzio Turistico Città di Pistoia di Confcommercio, spiega le ragioni che hanno portato alla nascita di «Gusta Pistoia»: «Vogliamo raccontare la nostra città e la nostra cultura attraverso i piatti della tradizione, rivisitati in chiave innovativa e moderna. Essere capitale della cultura vuol dire anche valorizzare gastronomia, che della cultura è espressione pure e genuina, e mettere la tradizione in mano ai giovani in modo che la portino avanti».

Quel che è certo è che Pistoia è riuscita a incantare i concorrenti di Masterchef, come conferma entusiasta Rubina Rovini: «Pistoia Sotterranea è stupefacente, pur essendo toscana ho scoperto da poco questa città e non smette di stupirmi. Io sono molto legata alla tradizione culinaria locale e qui si ha l’impressione di poterla respirare». La giovane cuoca, che a breve vedrà uscire il suo primo libro di cucina, racconta un’infanzia che profuma di pappa al pomodoro: «Ho imparato a cucinare i piatti della cucina povera toscana con mio padre da bambina ed erano cose tanto semplici quanto buone, fatte con pane vecchio e selvaggina. Quello a cui sono più legata è sicuramente la pappa al pomodoro. A Pistoia e ai suoi abitanti voglio portare uno stato d’animo più che uno spettacolo: se lo si vuole davvero, si può raggiungere qualsiasi obiettivo».

Ricordiamo gli eventi di stasera e di domani. Oggi, giovedì 16 marzo, i concorrenti di Masterchef sono da I Salaioli alle 18, al Voronoi alle 19 e a Toscana Fair alle 20.30 per la cena.

Domani, venerdì 17 marzo, Valerio Braschi e Rubina Rovini saranno alle 12.30 all’Officina delle Carni, alle 16 alla Confetteria Corsini, alle 17 a Tanilla’s Park e alle 19.30 al Moma’s Restaurant.

Giulia Righetti