Pistoia, 3 dicembre 2017 - Cinque persone sono state denunciate dai carabinieri nel Pistoiese, in due distinti episodi, per smaltimento illegale degli scarti derivanti dalla lavorazione industriale tessile. In un caso i militari di Bottegone (Pistoia), al termine di una rapida attività di indagine hanno denunciato per attività di trasporto di rifiuti non autorizzata in concorso, tre cittadini marocchini di cui due, un 30enne e un 34enne, residenti ad Agliana, il terzo, 43 anni, a Prato. Il terzetto è stato sorpreso in via Pratale a Pistoia, dopo avere gettato nei cassonetti destinati al normale smaltimento dei rifiuti, 16 sacchi di plastica contenenti complessivamente 160 chili di scarti della lavorazione tessile sulla cui provenienza sono in corso accertamenti. Il materiale era stato trasportato su un Fiat Ducato, di proprietà di un cittadino bosniaco, non coinvolto nei fatti, che è stato sequestrato.

Il materiale è stato successivamente recuperato e smaltito dalla Servizi ambientali spa di Pistoia. In un'analoga attività i militari della stazione di Serravalle Pistoiese hanno intercettato nella notte di sabato un furgone Renault Master guidato da un marocchino 32enne residente a Pistoia che alla vista della pattuglia ha tentato di darsi alla fuga. Il mezzo è stato poi bloccato: a bordo i militari hanno trovato circa quattro quintali di scarti tessili contenuti in 40 sacchi di plastica. Anche in questo caso il mezzo è stato sequestrato e il conducente denunciato mentre sono in corso gli accertamenti per stabilire la provenienza del materiale.