Monsummano Terme (Pistoia), 10 gennnaio 2018 - Un operaio di 46 anni è morto ieri per overdose a Monsummano (Pistoia). L'uomo, che viveva da solo, è stato trovato riverso in cucina dal figlio che abita con la madre in una strada poco distante e che aveva tentato inutilmente di mettersi in contatto con lui attorno alle 20, in quanto lo stava attendendo per cenare insieme. Per entrare nell'abitazione del padre, chiusa dall'interno, il giovane si è fatto aiutare dai vicini. Accanto al corpo i carabinieri hanno trovato una siringa con residui di una sostanza che sarà sottoposta ad analisi, anche se per i militari è probabile che si tratti di eroina. La salma sarà sottoposta ad autopsia. 

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, intervenuti sul posto insieme ai sanitari del 118, intorno alle 20 di ieri, il figlio, che abita con la madre, aveva tentato inutilmente di mettersi in contatto con il padre perché lo stava aspettando per cenare insieme. Aiutato da alcuni vicini di casa, il giovane è riuscito a introdursi nell'appartamento del padre, la cui porta di ingresso era chiusa dall'interno, e ha così scoperto il corpo riverso in cucina.