Abetone Cutigliano, 13 giugno 2017 – “La vittoria è stata una grande gioia. Ma il segnale più bello, in generale, è stata l’enorme affluenza alle urne che ad Abetone Cutigliano, la più alta di tutta la Toscana e di 15 punti percentuali superiore alla media nazionale”. Così Diego Petrucci, in una intervista a La Nazione, commenta i risultati delle amministrative che, domenica sera lo hanno “incoronato” sindaco del nuovo Comune dell’alta montagna pistoiese col 51,59% dei voti.

Dopo aver festeggiato, domenica sera a Pian degli Ontani, assieme agli altri componenti della sua lista “Noi – un’altra storia”, gli amici e “lo splendido gruppo di persone che si è creato in questi mesi”, lunedì mattina Petrucci ha fatto visita al palazzo comunale di Cutigliano e al municipio di Abetone per un saluto ai dipendenti. “Ho detto loro che noi ce la metteremo tutta –riferisce – ma che comunque il Comune viaggia sulle spalle loro. Ho chiesto di darci una mano, augurando buon lavoro. Ho trovato un bel clima”.

Al consiglio comunale, sugli scranni di maggioranza, accederanno in automatico i primi 7 eletti della lista di Petrucci: Andrea Tonarelli  (78 preferenze), Gabriele Bacci (59), Maurizio Petrucci (55), Riccardo Bonacchi (52), Alessandro Barachini (50), Federico Politi (47), Marcello Danti (42). I tre seggi di opposizione saranno per Tommaso Braccesi coi primi due eletti della sua lista “Insieme, bene comune”, ovvero Giampiero Danti (92 preferenze, il numero più alto ad Abetone Cutigliano) e Deborah Rossi (69 preferenze).

“L’altissima affluenza alle urne– prosegue Petrucci – è un segnale di come, al di là di tutto, abbiamo ridato speranza alle persone, riducendo il distacco che c’è fra la gente e la politica. E, cosa ancor più importante, c’è stato un grande coinvolgimento dei giovani. Le prime tre cose che farò da sindaco? Anzitutto devo capire come si inizia – sorride Petrucci – ;sicuramente mi dovrò occupare di capire che cosa succede sulla scuola di Cutigliano e della seggiovia delle Regine”. Quanto alla giunta comunale “per il momento, come annunciato in campagna elettorale, confermo che Marcello Danti sarà assessore al bilancio, lavori pubblici e personale. La scelta dell’altro assessore, invece, la faremo insieme, in una riunione con tutti i componenti della lista. Quanto a me, continuerò a svolgere la mia professione di avvocato, un lavoro importante e che mi piace”.