Pistoia, 14 giugno 2017 - Sono praticamente definitive le proiezioni del futuro consiglio comunale in caso di vittoria dell’uno o dell’altro candidato a sindaco. Il conteggio delle preferenze è terminato in queste ore. Chiunque vincerà potrà contare su 20 seggi della sala del Grandonio (più il sindaco) mentre all’opposizione ne andranno 11. Nel caso vinca Bertinelli la parte da leone la farà la lista del Partito Democratico che ha ottenuto il 23% dei voti. In questo caso entrerebbero i 13 consiglieri più votati del gruppo che sono: Walter Tripi, Carla Breschi, Mario Tuci, Alvaro Alberti, Giovambattista Grasso, Antonella Cotti, Giovanna Mazzanti, Simone Fragai, Filippo Querci, Benedetta Bucci, Andrea Betti, Tiziano Reni e Daniela Gavazzi. Tre seggi andrebbero alla lista «Per Samuele Bertinelli-Pistoia città di tutti». Entrerebbero Federica Bonacchi, Maurizio Monti e Andrea Mannini.

 

Due posti alla lista Spirito Libero, per l’ex assessore Tina Nuti e Roberto Ricciarelli. Un seggio per la lista «Insieme per Pistoia» con Alessio Genito e un seggio per la lista «Sinistra per Pistoia» rappresentata da Mattia Nesti. Fuori dal consiglio comunale gli esponenti di Rifondazione Comunista, «La nuova città» e «Cittadini per Pistoia».

 

Sempre in caso di vittoria di Bertinelli all’opposizione andrebbero: due seggi a Fratelli d’Italia, Gabriele Sgueglia oltre al candidato sindaco Alessandro Tomasi, un seggio a Forza Italia con Giampaolo Pagliai, un seggio alla Lega Nord con Alessio Bartolomei, un seggio a «Pistoia Concreta» con Emanuele Gelli. Entrerebbero a palazzo di Giano anche Roberto Bartoli e Alessandro Cenerini di «Pistoia Sorride», Nicola Maglione e Serena Grazzini per il Movimento 5 Stelle, Ginevra Lombardi e Alessandro Sabella.

 

In caso di vittoria di Tomasi il consiglio sarebbe molto diverso perché nella composizione dell’opposizione peserà moltissimo il 23% dei consensi del Pd, destinato a prendere gran parte dei seggi. In maggioranza volerebbe Fratelli d’Italia con otto ingressi: Gabriele Sgueglia, Lorenzo Galligani, Francesco Pelagalli, Francesca Capecchi, Greta Baldi, Jessica Sicari, Daniele Vannelli e Emanuela Checcucci. Quattro seggi andrebbero a Forza Italia e Centristi per l’Europa: Giampaolo Pagliai, Barbara Masini, Iacopo Bojola e Patrizia Manchia. Quattro seggi anche alla Lega Nord: Alessio Bartolomei, Cinzia Cerdini, Alessandro Belli e Francesco Mazzeo. Quattro seggi infine alla lista civica «Pistoia Concreta»: Emanuele Gelli, Iacopo Vespignani, Benedetta Menichelli e Fabio Raso. All’opposizione sei seggi al Pd: oltre a Bertinelli entrerebbero Walter Tripi, Carla Breschi, Mario Tuci, Alvaro Alberti, Giovambattista Grasso. Un seggio alla lista «Per Samuele Bertinelli- Pistoia città di tutti» con Federica Bonacchi, uno alla lista Spirito Libero con l’assessore Tina Nuti. In consiglio ci sarebbero anche Roberto Bartoli, Alessandro Sabella e Nicola Maglione. Resterebbe fuori invece Ginevra Lombardi.