Postoia, 12 gennaio 2018 - Sequestrato appartamento utilizzato per l’esercizio della prostituzione. Nel pomeriggio di ieri i militari del Norm della compagnia di Pistoia e della Sezione di Polizia Giudiziaria della Procura, hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo emesso dal gip del Tribunale di Pistoia, Alessandro Buzzegoli, di un appartamento sito in via Magi, ove veniva esercitata la prostituzione

 

Le indagini, coordinate dal pm Giuseppe Grieco, sono scaturite sia dalle segnalazioni di movimenti “sospetti” raccolte dai militari fra i vicini, sia dalla denuncia presentata in Procura dagli effettivi proprietari dell’immobile che lo avevano regolarmente affittato nel marzo scorso ad un locatario 64enne di Pistoia.

 

Le attività hanno consentito di chiarire che quest’ultimo, denunciato per favoreggiamento della prostituzione, avrebbe subaffittato l’appartamento a due cittadine rumene, una 50enne domiciliata a Pistoia ed una 42enne residente a Monsummano, che lo avrebbero utilizzato per esercitare il meretricio su appuntamento.

 

La “location” era pubblicizzata sia dal locatario, che dalle due donne, attraverso annunci pubblicati su siti internet dedicati e su siti di escort. In qualche caso veniva proposto lo scambio dell’appartamento, con analoghe unità immobiliari site in altre regioni, per proporre così luoghi di incontro alternativi ai vari “clienti”.