Pistoia, 23 dicembre - Il secondo bando potrebbe essere quello giusto anche se i tempi sono ristretti. Sono state tre le offerte arrivate all’ufficio protocollo del Comune per l’organizzazione del prossimo Pistoia Blues. Tra queste torna in campo l’associazione Blues In di Giovanni Tafuro che si propone all’amministrazione insieme a Live Nation di Milano una delle più importante aziende per quanto riguarda l’organizzazione di concerti. Nel dettaglio Live Nation Entertainment è l’azienda più grande del mondo nell’organizzazione di spettacoli dal vivo e e-commerce, ed è composta da quattro società: Ticketmaster.com, Live Nation Concerts, Front Line Management Group e Live Nation Network. Tra gli artisti attualmente in tour con la società ci sono I Metallica, Roy Paci, I Depeche Mode, I Pearl Jam e molti altri ancora. «Abbiamo visto il bando e abbiamo deciso di partecipare anche perché la prima volta è andato male mi pare – commenta Tafuro –. Non volevamo lasciare la città senza una possibilità. Live Nation è un partner con il quale abbiamo un rapporto ultra consolidato. E’ la più grande agenzia del mondo d’altronde. Molti dei concerti organizzati in passato sono stati realizzati insieme a loro. Vediamo come andrà». A proporsi come potenziale organizzatore del festival estivo c’è questa volta anche la Fonderia Cultart, cooperativa di Prato. Secondo tentativo infine per la Event Beach di Alessandro Mazzucco che al termine del primo avviso pubblico aveva presentato una proposta tecnicamente insufficiente. 

Ieri mattina il dirigente del settore ha controllato il numero di offerte e la documentazione arrivata e tutte e tre le proposte sono risultate ammesse. Solo dopo l’Epifania sarà costituita la commissione che andrà ad analizzarle per decretare il vincitore. Nel secondo avviso pubblicato dal Comune, lo ricordiamo, è previsto un contributo che arriva fino a 200mila euro. Concerti o rassegne musicali secondo i criteri dell’avviso devono essere proposti da un soggetto dotato di comprovata affidabilità ed esperienza, almeno triennale, nel campo dell’organizzazione e promozione di musica blues, rock, indie, jazz, pop e musica d’autore. La proposta deve prevedere almeno tre serate dal vivo in piazza del Duomo (raggruppate nei fine settimana che rientrano nella prima metà di luglio) di concerti di musica blues, rock, metal, indie, jazz, pop e d’autore e relative contaminazioni. 

I concerti potranno essere a pagamento o gratuiti per il pubblico. L’incasso degli spettacoli sarà introitato dal vincitore, salvo l’eventuale percentuale accordata all’Amministrazione in sede di presentazione della manifestazione di interesse. Oltre alle tre serate, dovrà essere proposto un altro evento di sicuro valore artistico e di grande richiamo che si collochi in una o due serate consecutive entro sette giorni antecedenti o conseguenti il fine settimana dei concerti. Saranno prese in considerazione anche proposte che prevedano la collocazione del palco in sedi diverse da piazza del Duomo, in aggiunta alle serate previste nella suggestiva piazza medievale, al fine di valorizzare altre zone della città.