Pistoia, 31 dicembre 2017 - Lutto nella sanità pistoiese per la scomparsa del dottor Aldo Gorgeri, che era stato direttore sanitario dell’ospedale del Ceppo di Pistoia. Il dottor Gorgeri aveva 85 anni e si è spento sabato pomeriggio all’ospedale San Jacopo.

La salma è composta alle cappelle del commiato del San Jacopo. Il rito funebre per l’ultimo saluto al noto e stimato medico si svolgerà nella mattina di Capodanno, alle 10, nella chiesa di San Piero ad Agliana. E sempre ad Agliana sarà sepolto, nel cimitero di San Michele.

Aldo Gorgeri era infatti aglianese, aveva sempre vissuto ad Agliana ed era molto legato al suo paese. Teneva a ricordare che era nato nel paese di San Michele, sotto il campanile, anche se poi si era trasferito nella frazione di San Piero. Aveva una grande passione per lo studio. Dopo la laurea in medicina e chirurgia conseguita brillantemente, mentre esercitava l’attività di medico mutualista ad Agliana, conseguì varie specializzazioni. Nel 1970 in pediatria e puericultura ("Utile per le vaccinazioni, che all’epoca venivano fatte dal medico condotto", ci aveva spiegato qualche anno fa in un’intervista) e successivamente in igiene e medicina preventiva, clinica del lavoro, igiene e sanità pubblica.

Successivamente vinse il concorso per il ruolo di ufficiale sanitario presso il consorzio di igiene e profilassi tra la provincia di Pistoia e i comuni di Agliana, Quarrata e Montale. Con la riforma sanitaria e l’istituzione del Servizio sanitario nazionale (legge 833 del 23 dicembre 1978) ci furono cambiamenti radicali il dottor Aldo Gorgeri passò alla Usl di Pistoia con l’incarico di responsabile del servizio di medicina del lavoro, mentre l’ultima parte della sua professione l’aveva svolta come direttore sanitario dell’ospedale del Ceppo di Pistoia, fino al 2000, quando andò in pensione.

Il dottor Gorgeri lascia nel profondo dolore la moglie, la figlia, nipoti, parenti e amici. Alla famiglia le condoglianze de La Nazione.