Pistoia, 11 gennaio 2018 -  DOPO LA FORTE tempesta di vento che si era abbattuta su Pistoia nel marzo del 2015, che aveva sradicato e divelto diverse centinaia di alberi, e per scongiurare tragedie come quella del giugno 2014 al parco delle Cascine a Firenze, dove a perdere la vita furono una bambina di due anni insieme alla zia, colpite alla testa da un grosso ramo staccatosi da un albero mentre passeggiavano insieme, è iniziato, ieri mattina, un controllo specifico e mirato delle alberature in alcune delle aree verdi pistoiesi più frequentate.

RIGUARDERÀ in totale 272 alberi tra parco Puccini e viale Arcadia il monitoraggio specifico per la valutazione della stabilità delle alberature. Sono 150 gli alberi sotto controllo dei tecnici nel parco Puccini, distribuiti lungo il viale di ingresso da via Dalmazia, nella zona del parcheggio, nell’area gioco e ristoro e 122 quelli interessati dalle analisi in viale Arcadia, dove nei prossimi giorni proseguirà il lavoro di analisi.

«Si tratta di un monitoraggio più specifico con strumentazione apposita su alberi che fino ad oggi, come di routine, sono stati controllati solo visivamente», fa sapere Nicola Stefanelli, tecnico responsabile dei progetti speciali e del verde pubblico del Comune.

«I TECNICI sono al lavoro per valutare la stabilità delle piante, il loro stato di salute e l’eventuale presenza di carie o cavità interne al tronco, tramite strumentazioni specifiche e tacche sulla pianta. I tecnici, una volta concluso il controllo, stileranno una relazione delle analisi, entro quarantacinque giorni, attribuendo ad ogni albero una classe di cedimento a cui seguirà, secondo i casi, la potatura o l’abbattimento, con successivo reimpianto».

IL CHECK-UP completo degli alberi di parco Puccini e viale Arcadia fa parte di una serie di azioni che l’amministrazione comunale ha iniziato per il «piano di monitoraggio e gestione del verde», che continuerà nel corso del 2018 in altre zone della città. Dopo un censimento iniziato con il verde dei viali alberati cittadini e dei giardini scolastici, a metà gennaio 2015, ma ancora in corso (sono stati censiti fino ad oggi 9320 alberi, ma ne sono stati stimati intorno ai 12mila in tutto il territorio comunale), durante il quale è stato attribuito ad ogni albero un identificativo con tassonomia e caratteristiche, è stata stilata dai tecnici una «Carta della suscettibilità» del territorio pistoiese che, tenendo conto della suscettibilità intrinseca al tipo di pianta e al grado di frequentazione della zona, attribuisce un valore all’area che va dal grado di suscettibilità più basso, medio, fino al grado più alto, utilizzato per la programmazione delle campagne di monitoraggio del rischio.

«LE AREE intensamente frequentate, come quella ludica del Villone Puccini, sono quelle che hanno la precedenza per i controlli – specifica Stefanelli – Procederemo poi, se confermato con l’approvazione del bilancio a febbraio, al controllo dei viali e delle strade alberate della città».

Al vaglio dei tecnici in questi giorni non ci sono solo gli alberi, ma anche i giochi per bambini, per la riqualificazione e la tutela delle aree verdi: «Sarà fatto un censimento dei giochi e per quelli non idonei e senza certificazioni sarà stilato un piano di sostituzione». Durante le indagini del verde di parco Puccini e viale Arcadia, fino al 14 gennaio, dalle 7.30 alle 18.30, sarà adottato il divieto di transito e sosta per i veicoli lungo il viale di accesso al Villone da via Dalmazia e il divieto di sosta nei parcheggi in prossimità del bar e della Villa di Scornio all’interno del parco, per consentire il corretto svolgimento dei lavori, mentre il resto dell’area sarà normalmente accessibile.

Benedetta Baronti