Pisa, venerdì 3 novembre 2017 - «NESSUNO sta intervenendo per risolvere il problema della capienza in curva e al derby mancano solo tre settimane. Non è possibile lasciare fuori centinaia di persone e non è ammissibile che la Nord si presenti il giorno della partita più importante dell'anno con una capienza ridicola e con i gradoni vuoti e i tifosi fuori dallo stadio». Se ne discuteva già da settimane nei luoghi di ritrovo dei tifosi e fra gli addetti ai lavori, ma a lanciare il sasso nello stagno e porre la questione di un ampliamento della capienza dell'Arena Garibaldi in vista della sentitissima gara con il Livorno di domenica 26 novembre, sono stati i gruppi della Curva Nord Maurizio Alberti. Con una nota inviata agli ogani d'informazione nella giornata di ieri in cui chiedono che «chi deve intervenire per mettere una toppa a questa situazione lo faccia subito, senza altre perdite di tempo». Per gli ultras, infatti, non ci sono dubbi: «Questa burocrazia che limita la vendita dei biglietti in curva va affrontata e superata, anche per motivi di ordine pubblico considerato che, se la capienza rimane quella di ora, saranno tantissime le persone che si accalcheranno senza biglietto fuori dall'Arena. Il tempo per mettere una pezza a questa situazione c’è, e allora muovetevi- concludono rivolti alle istituzioni e agli organi preposti- perché poi è troppo tardi».


MA E' DAVVERO possibile ampliare la capienza attuale dell'Arena Garibaldi così come chiedono i tifosi? «Non voglio sbilanciarmi, né fare promesse ma penso che qualcosa si possa fare» ammette l'assessore comunale ai lavori pubblici Andrea Serfogli che nei giorni scorsi ha discusso l'ipotesi anche con il prefetto e il questore. Quasi sicuramente, comunque, la questione sarà trattata la prossima nella riunione della commissione di vigilanza della Prefettura, fissata per la prossima settimana, e in quell'occasione può darsi che cominci ad emergere pure qualche indicazione operativa. Ad oggi la capienza dello stadio cittadino è di 8.500 spettatori complessivi, tre mila dei quali in gradinata, 2.600 circa in tribuna 400 nel settore ospiti e 2.500 in Curva Nord, un settore già un po' troppo “stretto” per la passione della tifoseria quando poteva contare su circa 3.300 posti e ulteriormente rimpicciolitosi dopo la chiusura del cosiddetto “curvino” per problemi di adeguamento alla normativa antisismica. I margini d'azione, in vero, sono risicati ma almeno un migliaio di posti in più nei due settori più popolari frequentati dalla tifoseria pisana (Curva Nord e Gradinata) dovrebbero essere trovati. A quel punto, però, potrebbe essere possibile anche mettere qualche altro biglietto a disposizione dei livornesi qualora, come è quasi certo, il derby sia aperto anche alla partecipazione della tifoseria amaranto senza alcun tipo di restrizione. Quanti? Arrivare a ottocento spettatori nello spiccio di Curva Sud riservato alle tifoserie avversarie, potrebbe essere un'ipotesi realistica. Alla fine, dunque, l'Arena almeno per il derby potrebbe tornare ad una capienza di circa dieci mila spettatori. Comunque poco per una partita che, quando è stata aperta senza restrizioni, ha portato sugli spalti anche venti mila persone. Ma qualcosa in più e meglio degli attuali 8.500.