Nel calcio, alla fine, contano solo i risultati e allora, almeno questo fine settimana, il Pisa può sorridere. Perchè stavolta ai nerazzurri è girato davvero tutto per il verso giusto. Soprattutto nella ripresa, infatti, Mannini e compagni hanno sofferto le pene dell'infermo per tenere a freno  verve di una Viterbese che ha confermato in pieno il suo stato di grazia (sei vittorie e un pari nelle precedenti sette partite prima della sfida contro i toscani) e riesce a tornare a casa con un risultato positivo solo grazie al cospicuo aiuto della buona sorte dato che per ben due volte i padroni di casa hanno centrato i legni della porta di Voltolini (nella ripresa al 14' Jefferson e al 47' Sini). I nerazzurri, invece, si sono fatti vedere pochissimo dalle parti di Iannarilli, impegnandolo soltanto con qualche conclusione dalla distanza. 

Contemporaneamente il Siena non va oltre il pari (1-1) con il fanalino di coda Gavorrano e, dunque, ai piani alti non cambia nulla e il secondo posto rimane ancora lì, a quattro punti di distanza e a portata di mano.E domenica il Pisa ospita all'Arena il Cuneo mentre il Siena va a far visita alla lanciatissima Alessandria (reduce da una striscia di seti vittorie consecutive, inclusa quella di oggi con Livorno) e la Viterbese va a Gorgonzola contro la Giana Erminio che, in casa, non perde dal 15 settembre.

47': Palo di Sini. Il difensore centra il legno alla sinistra di Voltolini su calcio di punizione dal limite, concesso pr un'ingenuità di Voltolini che, in uscita, era finito fuori dall'area di rigore con il pallone in mano.

37': Occasionissima per la Viterbese con Vandeputte che, da due passi, di testa non riesce a centrare lo specchio della porta

35': Pazienza osa: fuori Mannini e Masucci per Cuppone ed Eusepi per un 4-2-3-1 con giocatori dalle caratteristiche marcamente offensive.

32': Percussione centrale di Giannone con conclusione dai 25 metri deviata in angolo da Iannarilli.

26': Una sostituzione per parte: nel Pisa entra Giannone per Negro, nella Viterbese Peverelli per Calderini.

24': Izzillo strattona vistosamente Baldassin che reagisce sferrando un pugno al nerazzurro. Ammoniti entrambi. Graziato da Ayroldi il centrocampista di casa.

20': Finisce qui la partita di Jefferson. Al suo posto De Sousa

17': Jefferson salta a braccia larghe e stende Gucher. Cartellino giallo.

14': primo cambio nelle file del Pisa: entra Di Quinzio per Maza, uno dei più pericolosi nella prima frazione. Tatticamente non cambia nulla nello scacchiere nerazzurro.

10': Magia di Jefferson che al limite dell'area si libera di due avversari e centra il palo alla destra di Voltolini

1' Ripresa iniziata. Due cambi nella Viterbese: Sottili inserisce Cenciarelli e Checchin per Di Paolantonio e Benedetti.

Fine primo tempo. Si chiude in parità la prima frazione e il risultato rispecchia sostanzialmente quanto hanno mostrato le squadre nei primi quarantacinque minuti.Anche se entrambe le squadre hanno avuto almeno un paio di occasioni per sbloccare il risultato: Negro al 4' e Maza al 39' per il Pisa, Jefferson al 7' e Vandeputte al 28' per la Viterbese.

39': Iannarilli vola e respinge in angolo una conclusione di Maza che, deviata dalla schiena di Celiento, aveva presso un effetto strano e beffardo.

28': Voltolini super: il portiere nerazzurro vola e devia in angolo una magistrale punizione dal limite di Vandeputte

19': Insidiosa punizione di Maza dai 25 metri, deviata in angolo da Iannarilli.

9': Masucci cade in area di rigorea contatto con un difensore della Viterbese. L'arbitro lo ammonisce per simulazione.

8': Sul successivo tiro dalla bandierina, incornata di Rinaldi fra le braccia di Voltolini.

7': Jefferson show: il brasiliano taglia la difesa del Pisa come un coltello nel burro, salta Carillo e cerca la conclusione tagliata sul secondo palo. Voltolini, però, stavolta si supera e vola a deviare in angolo. 

6': Immediata la risposta della Viterbese: respinta incerta di Voltolini su una conclusione dalla distanza di Benedetti. La palla rotola sui piedi di Jefferson che incespica e non sfrutta l'occasione.

4': Il primo pericolo lo crea il Pisa con Masucci che pesca Negro in area di rigore. L'attaccante, pressato da Rinaldi, spara sopra la traversa

1': Partita iniziata. 150 tifosi pisani sugli spalti. La trasferta vietata ai ''senza tessera'' ha impedito una presenza più numerosa.

Le formazioni ufficiali. Due sorprese nel Pisa: Pazienza riconferma Voltolini fra i pali lasciando in panchina Petkovic e lancia dal primo minuto il nuovo acquisto Maza. Di Quinzio, match winner una settimana fa con il Monza, si accomoda in panchina. Nella Viterbese subito titolare Calderini, il nuovo acquisto arrivato in settimana dal Foggia.

VITERBESE (4-3-3): Iannarilli; Celiento, Rinaldi, Sini, De Vito; Baldassin, Benedetti (dal 1'st Checchin), Di Paolantonio (dal 1'st Cenciarelli); Vandeputte, Jefferson (dal 20'st De Sousa), Calderini (dal 26'st Peverelli). A disp. Pini, Micheli, Bismark, Mendez, Zenuni, Mosti. All. Sottili

PISA (4-2-3-1): Voltolini; Birindelli, Ingrosso, Carillo, Filippini; Gucher, Izzillo; Mannini (dal 35'st Cuppone), Negro (dal 26'st Giannone), Maza (dal 14' st Di Quinzio); Masucci (dal 35'st Eusepi). A disp. Petkovic, Lisuzzo, Sabotic, Maltese, Materazzi, De Vitis, Langella, Zaccagnini. All. Pazienza

Arbitro: Ayroldi di Molfetta

Note: angoli 8-9. Recupero: pt 0; st 4'. Ammoniti: Masucci, Benedetti, Jefferson.