Monza, 10 settembre 2017 . La sintesi è nelle lacrime di Eusepi a fine partita, per quel rigore fallito all'ultimo secondo sono l'emblema del momento attraversato dal Pisa. A cui nemmeno un rigore al 48' della ripresa per un fallo tanto ingenuo quanto netto di Guidetti sul centravanti nerazzurro è bastato per trovare la prima vittoria stagionale e a scacciare i nuvoloni di una crisi ormai incipiente: il campionato, infatti, è lungo e c'è tutto il tempo per recuperare, ma due pareggi nelle prime tre partite di campionto e zero reti all'attivo sono troppo poco per una squadra che vuol tornare in serie B, e dunque urge invertire immediatamente la rotta. Per farlo c'è un solo modo: battere la Viterbese, capolista a punteggio pieno e sorpresa di quest'inizio di stagione, domenica pomeriggio all'Arena.

In campo succede tutto, o quasi, nei minuti finali: l'ultimo atto è il rigore deviato sul palo dal portiere del Monza Liverani che spegne gli ultimi propositi di successo di Lisuzzo e compagni. In precedenza, però, c'erano state lo occasioni più nitide della partita su entrambe le sponde: prima (45') ancora Eusepi, è stato anticipato a due passi dalla linea di porta, al momento del tap in decisivo. Poi, un minuto dopo, Palazzi, smarcato da Cogliati, si è presentato solo davanti a Petkovic concludendo sopra la traversa.

MONZA-PISA 0-0
MONZA (4-3-1-2): Liverani; Carissoni, Galli, Riva, Tentardini; Giudici, Guidetti, Galli; D'Errico (dal 32'st Gasparri); Barzotti (dal 32' Palazzo), Ponsat (dal 17'st Cogliati). A disp. Del Frate, Origlio, Palesi, Perini, Romanò, Adorni. All. Zaffaroni
PISA (4-3-2-1): Petkovic; Mannini (dal 40' st Birindelli), Ingrosso, Lisuzzo, Filippini; Izzillo (dal 40'st Zammarini), Gucher, Maltese; Masucci (dal 32' Giannone), Negro (dal 21'st Di Quinzio); Eusepi, Negro. A disp. Campani, Voltolini, Birindelli, Sabotic, Peralta, Carillo, Cernigoi, Giannone, Zammarini, Favale, De Vitis. All. Gautieri
Arbitro: Zanonato di Vicenza
Note: Angoli 6 a 3 per il Pisa. Recupero: 0 pt; 3'stAmmoniti: Guidetti, Filippini, Masucci