Pisa, 8 dicembre 2016 - I palloncini continuano a volare. E così il ricordo della piccina, morta soffocata alla Agazzi, salutata lunedì con una grande festa, un inno alla vita, nella chiesa dell’Immacolata ai Passi, quartiere dove viveva con i genitori. Il 22 dicembre l’istituto Niccolò Pisano, dove insegna Domenico Parducci, il papà di Marianeve, organizzerà una giornata in suo onore. Durante la cerimonia – la comunicazione della dirigente Maria Paola Ciccone – verrà consegnata ai genitori la raccolta fondi per lei. Soldi che, per volontà della famiglia, saranno destinati a tre progetti. Uno della parrocchia dei Passi: «la chiesa ogni tanto fa acqua», aveva detto proprio Domenico durante l’addio al suo angioletto. Il resto sarà destinato all’associazione «Eppur si muove» che seguiva Marianeve e al gruppo missione Africa Gma. Mentre il quartiere sta pensando di intitolarle lo spazio giochi per bambini.

Tanti ancora i messaggi di vicinanza ai genitori. «A loro, l’abbraccio dell’associazione e della società sportiva e del presidente dell’Ospedalieri Cesare Di Cesare, con l’augurio di riuscire a portare avanti i progetti di sostegno a favore dei bambini con disabilità e delle loro famiglie». In lutto, i rappresentanti dei lavoratori funzione pubblica Cgil del Comune di Pisa. «Ai genitori della bambina Marianeve, alle colleghe della scuola dell’infanzia Agazzi e a tutte le colleghe dei servizi educativi alla prima infanzia del Comune di Pisa. I rappresentanti del sindacato esprimono il proprio dolore e il proprio cordoglio alla famiglia di Marianeve e la propria solidarietà e vicinanza alle colleghe della materna Agazzi di Pisa in un momento così drammatico per tutta la comunità educante». Su Facebook proseguono poi le testimonianze d’affetto per la piccina, attraverso, anche la sua favola preferita, «Rapunzel». Quella fiaba che la mamma le ha continuato a dedicare ogni giorno.