Pisa, 10 gennaio 2015 - PISA nel mirino dei terroristi islamici. Gli occhi dell’Isis sono puntati sulla città della Torre, perché il suo simbolo, il Campanile pendente, appare nell’apertura di un video di matrice terroristica messo in rete sul canale di Youtube (il  video poi è stato rimosso, "perché i relativi contenuti hanno violato i Termini di servizio di YouTube"), dai jihadisti. Un video agghiacciante di quattro minuti reso noto dal sito di informazione Affari Italiani e in rete dall’8 gennaio, dal giorno successivo alla strage di Parigi rivendicata dai terroristi islamici. 

IL FILMATO, in lingua araba e con i sottotitoli in inglese, si configura come un chiaro avvertimento agli «alleati degli Stati Uniti», lancia una spaventosa minaccia sull’Italia e i suoi autori scelgono la Torre di Pisa, piazza San Pietro e altri luoghi simbolici di Roma per istillare terrore e far passare il loro messaggio di morte nel nome di Allah. La Torre e la Cattedrale appaiono nei primi fotogrammi del video che prosegue con una ripresa sin dalla sommità del Campanile, dentro la cella campanaria. Immagini girate di recente, questo è certo, perché l’abside del Duomo è cinto dalle impalcature del restauro in corso e dal Campanile si vedono quelle intorno al Museo delle Sinopie e al vecchio Ospedale. Fotogrammi recenti, dunque. Ma quanto recenti? E girati da chi? Forse da qualcuno che, mescolato fra i turisti, è riuscito a introdursi nel ventre della Torre? E quando? Oppure i fotogrammi della Torre e della piazza più bella del mondo provengono dalla rete? 

RESTA un dato, il più inquietante. I terroristi islamici scelgono due simboli italiani perfettamente riconoscibili in tutto il mondo, e prima ancora del Vaticano, del Colosseo, del Pantheon, inseriscono la Torre di Pisa. Avvertimenti, minacce, scene truci e cruente di cadaveri sgozzati, di martiri sorridenti nel nome di Allah. E poi scene di addestramento per combattere «i nemici occidentali», l’esecuzione di un giornalista americano, e uomini neri, lupi solitari in azione. La sorveglianza è alta in città e il Campanile simbolo di Pisa e della sua cristianità sono presidiati fin dal giorno stesso del massacro di Charlie Hebdo. Dopo questo video, la tensione è altissima e torna a fervere il dibattito sull’opportunità di costruire una moschea a Pisa.