Pisa, 5 dicembre 2017 - Santa Barbara, patrona dei Vigili del fuoco, ieri è stata celebrata nella caserma di Pisa alla presenza del prefetto Angela Pagliuca e del direttore centrale per l’emergenza, Giuseppe Romano. Durante la cerimonia è stata collocata una corona al monumento ai caduti vigili del fuoco nell’adempimento del proprio dovere.

A seguire, la celebrazione della Santa messa e la relazione annuale del Comandante Ugo D’Anna e la consegna di attestati e diplomi di benemerenza. D’Anna ha fatto il punto delle attività dell’ultimo anno dei vigili del fuoco: «Ad oggi il numero degli interventi è di 5.900, si evidenzia un trend calante rispetto al 2017, gli interventi sono passati dai 6.056 agli attuali 5.900».

INCENDI e incidenti stradali sono la maggiore attività che i vigili del fuoco svolgono. «Gli incendi sono in calo - ha detto D’Anna –, e lo dobbiamo anche alla maggiore attivitù di prevenzione svolta dal Comando». Nell’ultimo anno sono state trattate difatti 1.611 pratiche finalizzate al rilascio del Certificato di Prevenzione incendi. «Anche quest’anno - ha proseguito il comandante – abbiamo svolto una intensa attività di formazione del personale. Sono stati organizzati e tenuti 18 corsi di formazione e 53 esami effettuati, per un totale di 503 lavoratori formati come addetti antincendio e 473 attestati di idoenità rialsciati». Ottimo il risultato nella formazione interna di personale con 8 corsi, fra i quali quelli Usar, e 61 specializzati».

Fondamentale, per il Comando, il rapporto con le scuole: «Abbiamo ospitate 48 scolaresche, per un totale di 1.538 bambini e 95 maestre. Il nostro personale – ha detto D’Anna – e i pensionati hanno collaborato per il buon andamento di 25 manifestazioni pubbliche e mantenuto la sicurezza antincendi in Provincia, con la presenza sempre, 24 ore al giorno per 365, di almeno 5 squadre permanenti, più i nostri volontari, senza dimenticare le unità che si sono alternate al Sisma dell’Italia centrale e quele inviate in altre regioni durante la stagione estiva».

D’Anna poi conclude: «Un grazie grandissimo a tutto il personale permanente del Comando di Pisa, bravi per le difficili situazioni estive che abbiamo gestito e per le attività di Ischia Torre del Greco e Rigopiano». E infine «un commosso ricordo per i colleghi che hanno perso la vita nell’adempimento del proprio dovere e a Saverio».

IN OCCASIONE della cerimonia di Santa Barbara sono stati attribuiti riconoscimenti ed encomi. Insigniti delle Croci di anzianità sono, per il personale operativo, Gianni Bacchi Colombini e Maurizio Piletti; per il personale volontario, Claudio Bartaloni, Massimliano Bertini, Federico Campi, Ismaele Caprai, Maurizio Ciandri, David Conti, Nicola D’Amelio, Mirko Gambini, Pietro Gatto, Marco Giani, Giacomo Miele, Gino Pantani, Mirko Parentini, Simone Salutini, Francesco Simonini, Gabriele Tamburini, Serena Vignaroli, Michele Viviani.

I Diplomi di lodevole servizio personale in quiescenze sono stati attribuiti a Carlo Battini, Annamaria Bertozzi, Massimo Appolloni, Marco Bozzi, Stefano Michelucci, Marco Antognoli, Andrea Pratesi, Daniele Rabitti, Alfio Carrasi, Paolo Franchi, Roberto Mignanti.