Pisa, 16 luglio 2017 - Temperature elevate e umidità ai massimi livelli. La ‘ricetta’ per sopravvivere a questa caldissima estate 2017 arriva dal nutrizionista Ciro Vestita. A lui il compito di indicare un vero e proprio menù per una serata rinfrescante e nutriente. Da gustarsi in compagnia magari dopo una bella camminata con le gambe immerse nell’acqua, rimedio evergreen per il sistema circolatorio stressato dalla calura.

Star bene a tavola, mangiando cosa?

«Verdura e frutta di stagione, in grandi quantità ovviamente. Si può partire da una insalata fresca. Uno studio recente ha dimostrato che la nostra cipolla rossa è un toccasana contro i tumori perché va a distruggere le cellule tumorali all’inizio del loro evolversi. Io la unirei con cetrioli e pomodori che sono un serbatoio di potassio. E perché rinunciare ad un bel piatto di spaghetti ai frutti di mare? Cozze, vongole e arselle sono ricchissime di potassio e iodio e consumate 2/3 volte la settimana sono un ottimo elemento salva-tiroide. E dopo un bel pesce al forno».

Una tisana rinfrescante da consigliare?

«In un litro e mezzo di acqua bollente versare un cucchiaino di frutti di bosco, uno di menta piperita e uno di malva. Bollire solo per un minuto, raffreddare in frigo e bere fresca durante il giorno. Ti rimette semplicemente al mondo».

E i bambini?

«Il calo di appetito, negli adulti come nei piccoli, è normale e non deve preoccupare. E’ una normale risposta fisiologica dell’organismo che si adatta alla temperatura ambientale più calda».

Come ovviare, quindi?

«Optando per succhi di vario tipo ottenuti, per esempio centrifugando pesche, albicocche e melone. Forniscono un esercito di sostanze nutraceutiche importantissime. Non solo. Recentissimi studi dell’università di Roma hanno confermato che l’abuso di bibite dissetanti, zuccherose e a base di fruttosio, diventa un vero e proprio ‘veleno’ per il fegato dei bambini. Sono quindi da evitare...».

E le famose grigliate estive?

«Altrettanto. Secondo una ricerca che arriva direttamente dall’Università di Harvard il rischio quando si eccede nelle famose grigliate di bistecche e salsicce, è non solo di favorire lo sviluppo di cellule cancerogene – cosa nota da tempo - ma anche lo sviluppo del diabete. C’è un rimedio, però: se prima si fa marinare la carne in olio di oliva e rosmarino, la sostanza nociva – l’acroleina – si riduce del 40%».

Ultimo consiglio: che fare se si soffre di pressione bassa?

«Portarsi dietro un bastoncino di liquirizia da succhiare durante il giorno. E anche per il potassio evitare, se si può, le costose ‘bustine’: basta consumare una buona quantità di pomodori».