Pisa, 31 gennaio 2018 - Il giudice per le indagini preliminari di Pisa, dopo l'interrogatorio di garanzia di stamani, ha disposto l'immediata scarcerazione del commerciante sessantenne arrestato dai carabinieri nei giorni scorsi sul litorale pisano per avere commesso atti sessuali su minorenni ritenendo insussistenti gli indizi di colpevolezza a suo carico. Lo ha reso noto il difensore, Fabrizio Bianchi.

L'uomo era stato fermato dopo essere stato sorpreso nella sua abitazione in compagnia di una ragazza diciassettenne e di un ragazzo quindicenne. Era stata la madre di quest'ultimo a dare l'allarme dopo avere notato qualcosa di strano nel figlio e averlo convinto a raccontarle tutto. Il commerciante arrestato ha respinto da subito ogni addebito spiegando che i rapporti sessuali erano avvenuti tra persone consenzienti: «Una tesi - ha spiegato il legale, Fabrizio Bianchi - che stamani ha convinto anche il giudice delle indagini preliminari che ha disposto l'immediata liberazione del mio assistito».