Pisa, 18 marzo 2018 - Taglio del nastro per il People Mover, la navetta elettrica che collega l'aeroporto di Pisa, la stazione centrale e i parcheggi scambiatori. E' stato inaugurato, fra polemiche e una task force di polizia e carabinieri per le annunciate contestazioni antagoniste, stamani, 18 marzo 2017, alla presenza del ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio, il vicepresidente del Parlamento europeo, David Sassoli, Enrico Rossi, governatore della Regione e Marco Filippeschi, sindaco di Pisa.

L'infrastruttura è costituita da un treno a trazione trainato da motori elettrici e silenzioso: il tempo di percorrenza è di circa 5 minuti. Ogni carrozza ha 100 posti. Il prezzo della corsa singola è 2,70 euro (1,20 euro la domenica e festivi). Tra la stazione e l'aeroporto c'è la fermata intermedia ai parcheggi scambiatori con 1400 posti auto. L'opera è costata 71 milioni di euro, 21 da finanziamento europeo, 50 a carico dei privati che la gestiranno nei prossimi 36 anni.

image

image

«La nostra attenzione - ha detto il ministro Delrio - è soprattutto ai pendolari e al trasporto pubblico locale, che è il vero punto nel quale il Paese è debole. Nei prossimi trent'anni acquisteremo più di 300 treni e sostituiremo 10 mila autobus. Sono a disposizione nei prossimi 3-4 anni quasi tre miliardi di euro e complessivamente oltre 7 miliardi per proseguire nel piano di rinnovamento del trasporto pubblico locale. In Italia purtroppo dei passeggeri su 10 usano l'auto per spostarsi a differenza di quanto accade negli altri paesi europei. Sono quindi cambiamenti che avranno un impatto decisivo sulla qualità della vita delle città e delle persone».

Proteste contro il People Mover

La protesta contro il People Mover

Le proteste contro il People Mover