Navacchio, 27 maggio 2015 - Carabinieri e legalità, memoria e territorio: tornano le storie del maresciallo Nardella, personaggio realmente esistente, in forza all’arma nella città di Pisa. Venerdì 29 maggio alle 18.15, nella sala soci Coop della Galleria dei Borghi a Navacchio, sarà presentata la raccolta di racconti di Francesca Padula «Il Maresciallo, la baionetta e i cavalieri - Cinque casi per Nardella» (Carmignani Editrice, 2015) da Renzo Zucchini, insieme all’autrice. Letture a cura del circolo LaAV di Pisa. L’iniziativa è promossa dalla «Biblioteca Comunale Peppino Impastato» di Cascina in collaborazione con la Sezione Soci Coop di Navacchio.

Dalla prefazione di Renzo Zucchini: «Francesca Padula usa un personaggio prestato al racconto dalla realtà, e se ne serve come unità di misura sulla quale costruire le storie che inventa e che racconta. Storie di territori, veri, calpestabili ogni giorno da chi ci vive, territori non figli dello stereotipo, quali la periferia, il bosco o il paese, o la via malfamata, ma quel bosco, quel sentiero, quell’orto, quel canneto lungo il fiume. E dove paese, bosco, fiume, hanno un nome, un’identificazione incontestabile, tale che, senza quella, la storia narrata si sgonfia e non ha più significato. Mario Nardella, il maresciallo e protagonista, non è un eroe. È uno che fa viceversa molto bene il suo lavoro: i suoi sentimenti ruotano intorno alla condivisione, all’amicizia che paga anche sul piano professionale, a una pietas sottile che lo tiene lontano da moraleggianti condanne nei confronti dei criminali che purtroppo è costretto a incontrare nell’esercizio del suo lavoro, che svolge per dovere e con piacere».