Pisa, 3 luglio 2017 -  Per la morte della piccola Samantha (3 anni), avvenuta  il 27 aprile 2016 in una baracca di Calambrone (Pisa), la mamma  Francisca Juana de Olmo, dominicana di 34 anni, è stata condannata a 10 anni con rito abbreviato dal tribunale di Pisa.

La piccola è morta  in conseguenza dei pestaggi subiti nel tempo dal patrigno Tonino Krstic, 32 anni, serbo, già in carcere e sotto processo in Corte d'Assise. Il pubblico ministero aveva chiesto una condanna a 8 anni. Secondo il giudice, la donna è colpevole di non essersi opposta alla violenza omicida del compagno e aveva l'obbligo, anche giuridico oltre che di madre, di difendere la figlia.