• Cerca a:

  • Cerca a:

Una fiasca per Obama alla ricerca della pace

SIAMO a Baghdad all’epoca delle Crociate, nel negozio di un commerciante. Dentro e fuori avvengono atrocità e delitti di cui la fiasca, un raro oggetto islamico con raffigurazioni cristiane...
| | condividi
6266.jpg
6266.jpg 2009-10-25
SIAMO a Baghdad all’epoca delle Crociate, nel negozio di un commerciante. Dentro e fuori avvengono atrocità e delitti di cui la fiasca, un raro oggetto islamico con raffigurazioni cristiane è inconsapevole testimone. L’autore di «La Fiasca. Ovvero: la parte giusta dell’umanità» (Felici editore; 10 euro) è un ingegnere elettronico, Renato Papale, che si occupa di energie rinnovabili e si definisce «curioso» di storia medievale. Si trovava a New York il giorno dell’attentato alle Torri gemelle e poco tempo prima alla Freer Gallery of Art di Washington era rimasto colpito dalla bellezza di una fiasca del 1200, realizzata in ottone con figure sbalzate in argento. Quel manufatto, nato in un periodo di guerra tra culture e religioni diventa nel breve romanzo testimone di cose terribili, ma anche messaggero di pace, una sorta di incontro tra due mondi diversi che vuole essere anche un auspicio per i nostri giorni. Il libro, che inaugura la collana «La Città Condivisibile» e contiene la traduzione in inglese e in arabo, è stato inviato a Barak Obama e sarà presentato alla rassegna di Scampia di Secondigliano.









Se il codice risultasse illeggibile CLICCA QUI per generarne un altro

Oggi 14°
Domani 11°
Previsioni a cura del centro Epson Meteo
oggi
domani

Tutte le previsioni

Speciale Campionato di Giornalismo

Ricerca avanzata annunci

MARCHESCHI MARA

annuncio

PAGNI EMILIO

annuncio

CIARDELLI SABRINA

partecipazione

MARCHESCHI MARA

partecipazione

MARCHESCHI MARA

annuncio_famiglia

PAGNI EMILIO

partecipazione