Cascina (Pisa), 3 dicembre 2017 - Era stato pubblicizzato con ogni canale: sul sito istituzionale (ma la notizia ieri mattina aveva ricevuto soltanto 24 visite) e sui media. E il sindaco di Cascina lo aveva postato sulla sua pagina Facebook: «Mi raccomando! state attenti domani a non parcheggiare in divieto di sosta!». Ma questo evento straordinario, anche per prevenire gli allagamenti nella stagione delle piogge, è stato ignorato. E così il servizio previsto di spazzamento strade, ieri, ha ritardato di tre ore.

Una pulizia straordinaria con spazzatrice meccanica sul viale Comaschi, via degli Artigiani e via Genovesi. Dove erano parcheggiate decine di auto, nonostante i divieti annunciati. «Si invitano i cittadini a prestare attenzione agli appositi segnali di divieto di sosta temporaneo che saranno installati lungo le strade interessate e al loro rispetto, in modo da consentire l’adeguata pulizia», si chiedeva nell’annuncio disatteso. E così la polizia municipale, comandata da Paolo Migliorini, ha dovuto garantire l’intervento - pagato con i soldi di tutti - elevando sessanta multe da 41 euro e rimuovendo 20 mezzi (altri 80 euro). Operazione non facile, visto che occorre chiudere la strada per il carroattrezzi. Sanzioni, per un totale di oltre 4mila euro, in poche ore. Alla fine, sono stati in tanti a lamentarsi, ma tutti hanno già ritirato la macchina che viene portata a Ponsacco. Occorre prendere, però prima un documento proprio nella sede dei vigili urbani.

Considerando tutto, i tempi si sono così allungati. E il servizio è slittato di tre ore. Molte le proteste dei cittadini che hanno trovato l’avviso di multa e, in alcuni casi, la vettura che era stata portata via.

Si replica. Fra pochi giorni, nuova pulizia. «Altri spazzamenti straordinari sono in programma per il 6 dicembre 2017», l’avviso sul sito ufficiale del Palazzo, www.comune.cascina.pi.it/. L’invito è quello di controllare la finestra istituzionale regolarmente.