Pisa, 1 gennaio 2018 - IL BILANCIO della notte più lunga dell'anno è di sette feriti finiti in ospedale a causa delle esplosioni di botti. Un numero, alla fine, relativamente basso vista l'affluenza da record in città per chi ha voluto assistere agli spettacoli organizzati per festeggiare il 2018.

LA CENTRALE operativa del 118 aveva organizzato presidi con le varie associazioni su tutto il territorio e anche turni rafforzati per le ambulanze. Alla fine, sono stati contenuti i danni, nonostante volontari e personale medico dei mezzi di soccorso e dell’ospedale siano stati impegnati nella cura di chi ha ecceduto.

TRANQUILLO il San Silvestro nella provincia pisana. Dove i sindaci hanno portato avanti una campagna di sensibilizzazione contro i botti a tutela di «bambini, anziani e animali». In un caso, a Cascina, il sindaco Susanna Ceccardi aveva emanato un’ordinanza ad hoc «che ha funzionato. Sono stati davvero pochi quelli esplosi. Ringraziamo i cascinesi disciplinati che hanno a cuore la salute di tutti». Ma non solo i fuochi hanno fatto danni [...].

Il servizio completo in edicola su La Nazione di domani