Pisa, 29 novembre 2017 - Un'italiana, un tunisino, un’albanese e una romena sono stati arrestati per detenzione e spaccio di droga. Ieri mattina, il giudice del Tribunale di Pisa ha disposto la permanenza in carcere del tunisino e della sua fidanzata italiana, e l’obbligo di dimora per l’albanese e la romena.

L’arresto della banda è stato eseguito dai Carabinieri del nucleo operativo e radiomobile che, nella notte di lunedì hanno fatto irruzione nella roulotte parcheggiata in Golena d’Arno che i quattro usavano come domicilio di fortuna. L’attività dei militari dell’arma rientra in una più ampia operazione di controllo e contrasto dell’immigrazione clandestina svolta assieme alle altre forze di Polizia e sotto l’egida della Prefettura.

I quattro arrestati sono un tunisino di 38 anni, gravato di numerosi precedenti specifici, la sua compagna italiana e coetanea, una donna albanese di 48 anni e una rumena 36enne. Dentro la roulotte i carabinieri hanno rinvenuto oltre 70 grammi di eroina, alcune dosi di marijuana e diverso materiale per il confezionamento; il blitz ha infatti bloccato l’attività dei quattro, colti proprio mentre erano intenti nella preparazione dello stupefacente per la successiva vendita sul territorio pisano.

LA GOLENA d’Arno è da diverso tempo un luogo particolarmente vocato ad ospitare la delinquenza. Di recente, qui, sono stati eseguiti diversi sgombrei coatii di insediamenti abusivi, roulotte e camper di nomadi. Questa è anche una delle zone più appartate e vicine alla città da dove parte il giro della droga destinato al piccolo spaccio nel centro storico. Da tempo i carabinieri tengono sotto controllo quest’area. I quattro, approfittando della desolazione della zona e del buio totale, lunedì notte, preparavano dosi di droga destinate allo spaccio. L’arrivo dei militari dell’Arma li ha colti di sorpresa e ha vanificato anche il loro tentativo di liberarsi della droga. Adesso si attende l’esito del processo a carico di tutti e quattro.