Montecatini, 9 luglio 2017 - Un profeta in patria che si gode il titolo iridato nel palazzetto che lo ha visto per anni protagonista. La Nazionale italiana over 50 che vede Mario Boni tra i protagonisti vince i mondiali nella sua categoria nella finale che è andata in scena al palazzo dello sport di Montecatini contro la Russia. La vittoria per 69-64 arriva ufficialmente dopo i due tiri liberi di Bullara realizzati, tiri liberi che fissano lo storico risultato finale. La Nazionale Over 50 bissa il titolo mondiale già vinto nel 2013 a Salonicco. 

Successo di pubblico per una delle sfide di più indubbio richiamo nel panorama delle varie finali che si sono giocate nella giornata di domenica 9 luglio, con almeno mille persone ad assistere al match In una giornata caldissima in tanti dunque si sono presentati allo storico Palaterme per tifare l'Italia diretta in panchina da Alberto Bucci, storico allenatore tra l'altro della Libertas Livorno che nel 1989 perse contro la Philips Milano lo scudetto più contestato della storia del basket. 

Montecchi, Carera, Mario Boni, tre dei nomi del roster, non hanno deluso le aspettative. Un match quello contro la Russia ben giocato, che nel finale gli azzurri hanno controllato fino alla sirena finale, quella che ha dato il titolo iridato. 

Si chiudono dunque in bellezza i mondiali Fimba, la Federazione cestistica degli "over". Ed è un successo organizzativo per Montecatini e tutta la Valdinievole, che hanno ospitato migliaia di atlete e atleti arrivati da tutto il mondo, in quella Toscana che è una delle culle del basket italiano. 

Un evento che ha visto proprio Mario Boni tra i promotori, che dunque vince in qualche modo due volte: "Organizzazione straordinaria, abbiamo vinto anche la medagia d'oro, quindi chapeau - dice Boni - E' stata una vera emozione tornare al PalaTerme in anni per me straordinari". 

Il tabellino azzurro

ITALIA - RUSSIA 69-64

Angeli 21, Dalla Libera 7, Carera 7, Esposito 7, Capone 10, Boni 3, Montecchi 4, Bullara 10, Noli ne, Venturi ne, Calcagnini ne. All. Bucci