Montecatini 7 settembre 2017 - Brutta sorpresa al risveglio per i Giovani Granata di Monsummano che si sono trovati con la sede di piazza Gentili letteralmente devastata. Tanti i danni che per adesso pare ammontino a diverse centinaia di euro ma quel che è peggio è che tutto questo è successo in un momento delicato per la società sportiva che sta provvedendo alle nuove iscrizioni e, questa settimana anche all'incontro col Torino Calcio. Fortuna ha voluto però che l'incendio che i presunti vandali avrebbero appiccato nei bagni della sede dell'Asd nei pressi del campo sportivo Loik, non abbia avuto la meglio e la sede sia ancora in piedi.

 

«Fortunatamente, se si può dire così – ha detto il vicepresidente della società giovanile di calcio di Monsummano Massimo Goti – si è trattato solo di un atto di vandalismo ma è capitato proprio in un momento in cui siamo tutti impegnati al massimo per le scadenze e i nuovi eventi. Abbiamo già sporto denuncia ai carabinieri di Monsummano e stiamo cercando di rimettere tutto a posto ma ci vorrà un po' di tempo». Nessuna telecamera ha ripreso quanto accaduto però. «La sera precedente alla brutta sorpresa – continua Goti – ci siamo attardati in una riunione fino a circa le una notte. Poi la mattina alle 9 quando i ragazzi sono arrivati per cominciare l'attività hanno avuto l'amara sorpresa. Al momento della denuncia alle forze dell'ordine, abbiamo anche fatto una richiesta diretta al Comune che, qualora volesse aggiornare e potenziare il sistema di videosorveglianza, tengano anche conto della zona dell'impianto sportivo Loik e soprattutto di piazza Gentili».

 

All'interno della sede dei Giovani Granata i vandali sono entrati rompendo la porta ed con spirito distruttivo hanno cercato di far più danno possibile tra il materiale in archivio, le cartelline dei ragazzi, i documenti. Proprio questi sono stati utilizzati insieme ad altra carta, nel tentativo di appiccare il fuoco dal bagno, proprio come successe pochi mesi fa al Posta Club, quando chi entrò all'interno del locale chiuso, salì in bagno e dette fuoco a fascicoli evecchi documenti provocando non pochi danni. «Vorremmo anche avvertire – conclude Goti – tutte quelle persone che avevano comprato i biglietti della lotteria per la quale attendevamo il sorteggio nei prossimi giorni, che sono state bruciate dai vandali anche le matrici dei biglietti venduti. Dunque invitiamo coloro che li avessero pagati, ad andare dove li avevano comprati per farseli rimborsare».