Montecatini 6 febbraio 2018 -  Due ragazzi di circa 15 anni hanno tentato di rapinare un coetaneo, domenica sera, nel sottopasso della stazione ferroviaria Montecatini-Monsummano, in piazza Italia. Ilaria Menichini, madre della vittima, ha rivelato il fatto ieri mattina sulla pagina Facebook “Terme – Cittadini di buonsenso”. Il caso è subito finito al centro di un’accesa discussione sui problemi legati alla sicurezza in città. “Mio figlio – ha raccontato la donna – appena tornato da Pistoia con il treno delle 19.45, è stato aggredito nel sottopasso della stazione di Montecatini.

Erano circa le 19.55, quando due ragazzini di colore della sua età, 15 anni, o forse un po’ più grandi, lo hanno spinto dalle scale, facendolo cadere. Uno di loro gli ha infilato la mano nella tasca dei pantaloni, tentando di rubargli il portafoglio. Lui si è rialzato e ha colpito uno dei due con un paio di gomitate e un pugno. I ragazzi sono poi scappati senza riuscire a portare via niente. Fortunatamente, non avevano né armi né coltelli”. Ieri mattina, la madre del ragazzo ha sporto denuncia ai carabinieri per il fatto avvenuto.

Un contributo decisivo a risolvere il caso in tempi rapidi dovrebbe arrivare dalle telecamere presenti nel sottopasso della stazione ferroviaria di piazza Italia. Il sistema di videosorveglianza potrebbe aver ripreso gran parte dei fatti denunciati dalla madre della vittima. La vicenda ripropone ancora una volta il tema legato alla sicurezza all’interno delle stazioni ferroviarie e lungo la linea Firenze-Lucca. Lo scorso novembre, una ragazza di appena vent’anni è sfuggita a una violenta aggressione mentre si trovava a bordo del treno che la stava riportando a casa da Lucca, partito alle 21.30.

La giovane è riuscita a togliersi dalle grinfie di un uomo grazie all’arrivo di altri due viaggiatori, altrimenti avrebbe potuto rischiare pesanti conseguenze. Scesa a Montecatini, ha poi presentato una regolare denuncia alla polizia ferroviaria, raccontando i fatti avvenuti. Tre anni fa, inoltre, sei ragazzi, tre maggiorenni e altrettanti minorenni, sono stati condannati a una pena complessiva di oltre dieci anni di carcere per l’aggressione a scopo di rapina avvenuta nei confronti di un minorenne montecatinese lungo la stessa linea. Il ragazzo, per fortuna, era riuscito ad allontanarsi da loro, avvisando il capotreno. All’arrivo alla stazione ferroviaria Montecatini Centro, gli aggressori hanno trovati i carabinieri ad attenderli.