Montecatini 30 agosto 2017 - La sosta in città, da oggi, può essere pagata attraverso la carta di credito o il bancomat. Montecatini Parcheggi & Servizi informa che tutti i parcometri sono stati abilitati a rilasciare i tagliandi attraverso le transazioni effettuate con le tesserine, senza commissioni per gli utenti o l’’utilizzo di codici. La società, inoltre, informa che a breve sarà installata l’applicazione App Telepass Pyng, consentendo ai possessori del Telepass di effettuare il pagamento attraverso il telefonino, con l’incremento o la riduzione della spesa in base alla sosta effettiva.

La giunta comunale è soddisfatta per l’obiettivo raggiunto. L’amministrazione, attraverso un comunicato, esprime apprezzamento per “il raggiungimento di questo obiettivo, da qualche mese allo studio di MP&S, che va nella direzione di facilitarla sosta per tutti i frequentatori di Montecatini. Il pagamento con la carta di credito adegua i nostri parcometri ai parametri delle città dello shopping, li rende più fruibili dal pubblico, anche internazionale, mentre l’avvento dell’applicazione Pyng faciliterà la sosta ai possessori di Telepass, senza rischi legati alle multe”.

Intanto, domani, alle 17, nel corso della seduta convocata in municipio, il consiglio comunale torna ad affrontare la mozione relativa alla sosta di cortesia in città, presentata da Forza Italia nella scorsa assemblea e poi rinviata. Un tema, quello dei primi 20 minuti gratuiti assai sentito da molti operatori economici che, nei giorni scorsi, ne hanno sollecitato l’introduzione. I consiglieri azzurri Andrea Quaranta e Alberto Lapenna sottolineano “la situazione di disagio dei commercianti del centro, la necessità di aumentarne l’attrattività e l’urgenza di facilitare la presenza a quanti ne hanno necessità, anche per l’espletamento di piccole commissioni”.

Gli esponenti di Forza Italia chiedono al sindaco Giuseppe Bellandi e alla sua giunta di “istituire una sosta di cortesia gratuita negli stalli blu per 20 minuti, non rinnovabili, nei giorni feriali, e di 60 minuti, sempre non rinnovabili, in quelli festivi o nei quali il traffico cittadino è chiuso alla circolazione veicolare”. Gli azzurri, al fine di consentire l’introduzione di questo provvedimento, sollecitano l’introduzione di tastiere alfanumeriche nei parcometri per inserire la targa dei veicoli che utilizzano la facilitazione, non rinnovabile nelle 12 ore successive.  

Daniele Bernardini